Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1428
RAGUSA - 15/10/2014
Cronache - Operazione "Campagne sicure"

Trovati dalla polizia trattori rubati per 250 mila euro

Indagate 5 persone Foto Corrierediragusa.it

La Polizia ha ritrovato 5 trattori rubati del valore di oltre 250 mila euro. In totale sono stati recuperati mezzi agricoli per mezzo milione di euro.
Gli agricoltori di Scicli, Ragusa e Santa Croce Camerina che avevano subito il furto sono quindi rientrati in possesso dei loro mezzi di lavoro.
Ai trattori sono stati modificati i numeri di telaio. Sono indagate 5 persone per ricettazione e riciclaggio. Tra i mezzi rinvenuti anche quelli frutto di una cruenta rapina commessa a Scicli. Si indaga su un mercato parallelo nel settore dei veicoli utilizzati in agricoltura nell´ambito del prosieguo dell’operazione «Campagne Sicure».

A luglio erano già state effettuate diverse perquisizioni che avevano permesso di rinvenire trattori e strumenti di ingente valore utilizzati in agricoltura. L’attività della Polizia era partita dalle denunce degli agricoltori. I sospetti su alcuni soggetti italiani titolari di aziende agricole diveniva sempre più forte, pertanto a luglio, come in questi due giorni, sono state effettuate 10 perquisizioni nelle campagne di Scicli, Ragusa, Santa Croce Camerina, Comiso e Vittoria. Gli obiettivi controllati hanno dato esito positivo. In pratica è stato appurato che i mezzi agricoli rubati venivano poi venduti con documenti di altri veicoli fuori uso o di proprietà di ignari agricoltori che convocati in Questura dimostravano la loro estraneità ai fatti, quindi le targhe ed i documenti in alcuni casi erano stati del tutto clonati.

Tra i veicoli rivenuti, 2 sono stati rapinati lo scorso anno ad un imprenditore ibleo che era stato messo in ginocchio dal punto di vista lavorativo, poiché non aveva avuto possibilità di comprarne di nuovi e quindi la produzione si era bloccata. Oggi, così come lui stesso ha dichiarato al momento della consegna, potrà lavorare nuovamente. Continuano invece le indagini su coloro che sono stati trovati in possesso dei mezzi rubati per comprendere se esiste un loro coinvolgimento nelle rapina o se si tratta solo riciclatori di mezzi agricoli rubati.