Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1027
RAGUSA - 30/09/2014
Cronache - Svariate le denunce

Controlli serrati dei carabinieri sul territorio ibleo

Recuperati pure veicoli rubati Foto Corrierediragusa.it

Controlli serrati dei Carabinieri della Compagnia di Vittoria: 7 le persone denunciate, 3 i veicoli recuperati e restituiti ai legittimi proprietari, e 10 le perquisizioni effettuate tra Vittoria, Comiso e Acate. Un’operazione che ha comportato il dispiegamento in tutta la giurisdizione di 12 pattuglie e di oltre 30 militari, in uniforme e in borghese. In particolare a Comiso, dopo attenta attività di monitoraggio protrattasi per diversi giorni, i Carabinieri della locale Stazione sono entrati in azione in una dimora di due rumeni insospettabili, braccianti agricoli, che celavano nel cortile, nascoste da teloni due autovetture, una Peugeot 207 e una Renault Captiva, risultate oggetto di furto in un autosalone di Agrigento. Inoltre, nascosto nell’abitazione, è stato rinvenuto anche un navigatore satellitare di ultima generazione, provento di furto. Vista l’assenza di precedenti penali, i due 20enni sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione.

Stessa sorte è toccata anche ad un coltivatore di Acate, già noto alle Forze dell’Ordine, dove i Carabinieri lo hanno pizzicato alla guida di un ciclomotore Gilera, privo di targa, e risultato rubato l’8 settembre scorso a Marina di Ragusa. I tre veicoli sono già stati restituiti ai legittimi proprietari che hanno potuto così riappropriarsi di quello che gli era stato sottratto. Sempre ad Acate, è stato denunciato a piede libero T. G., 58enne incensurato, per aver minacciato e aggredito per futili motivi un altro bracciante agricolo di contrada Boscogrande.

Inoltre, nel corso del servizio dislocato nella città di Vittoria, i Carabinieri della locale Stazione e dell’Aliquota Radiomobile hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria iblea: Z. R., 55enne tunisino, reo di aver denunciato ignoti per appropriazione indebita di un assegno di disoccupazione relativo all’anno 2011, quando in realtà già lui stesso lo aveva incassato; Y. A. E., pregiudicato 21enne egiziano, poichè, fermato in un posto di blocco, è stato sorpreso alla guida del proprio ciclomotore Kymco Agility, privo della patente di guida perchè mai conseguita; S. O., 34enne agli arresti domiciliari, responsabile di aver malmenato il padre convivente e di avergli procurato ferite giudicate guaribili in gg. 7.
Nell’ambito dei servizi di repressione dello spaccio di droga, i Carabinieri hanno segnalato all’UTG di Ragusa un pregiudicato comisano, D. P. A., 39enne, trovato in possesso nella propria abitazione di gr. 2,2 di marijuana, sottoposta a sequestro, e già inviata presso il Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili.

I CONTROLLI DEI CARABINIERI NEL MODICANO
Intensificati i controlli nel fine settimana nell’ambito dell’operazione «Movida Sicura», condotta dai Carabinieri della Compagnia di Modica, al fine di mantenere alto il livello di sicurezza percepito e garantire l’ordinato e sicuro svolgimento delle iniziative del weekend. Anche nel trascorso fine settimana, il territorio del Comune di Modica è stato attentamente vigilato e passato a setaccio dai Carabinieri che hanno svolto il particolare servizio di controllo del territorio per contrastare i reati in genere e, segnatamente, prevenire furti, rapine e spaccio di sostanze stupefacenti.

Nello specifico, nel corso dei servizi, tra le sere di venerdì e domenica, sono state impiegate 20 pattuglie e 40 uomini, impegnati in numerosi posti di controllo nelle varie zone della città, con contestuali perquisizioni veicolari e domiciliari tese alla ricerca di droga e armi e con l’utilizzo altresì dell’etilometro per contrastare le guide in stato di ebbrezza.
Durante il servizio, i militari della Compagnia di Modica hanno deferito in stato di libertà:

un giovane ragusano di 25 anni, poiché sorpreso alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico pari a 1,47 g/l, motivo per il quale gli veniva ritirata la patente di guida; un ispicese di 22 anni, anche lui sorpreso alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico pari a 1,49 g/l, e pertanto sanzionato con il ritiro della patente di guida; un 50enne modicano, inoltre, controllato durante il servizio, è stato sanzionato ai sensi dell’ art. 186 comma 7 del codice della strada per essersi rifiutato di sottoporsi all’accertamento dello stato di ebbrezza e, pertanto, gli è stata ritirata la patente di guida e sequestrato il veicolo.
Contestualmente veniva segnalato alla Prefettura di Ragusa, per detenzione per uso personale di sostanza stupefacente, un giovane di Scicli di 22 anni, sorpreso in possesso di un involucro trasparente contenente circa due grammi di »marijuana», sottoposta a sequestro.

Infine, altri due giovani sciclitani, fermati a bordo di un’autovettura, l’autista di 29 anni ed il passeggero di 26, sottoposti a perquisizione, sono stati rispettivamente trovati, il primo, in possesso di un coltello di genere vietato e pertanto deferito in stato di libertà per porto di armi od oggetti atti ad offendere, il secondo, segnalato alla Prefettura di Ragusa per detenzione per uso personale di sostanza stupefacente, poiché trovato in possesso di circa cinque grammi di marijuana.

Il bilancio dell’intero servizio è il seguente: 85 persone identificate e 61 mezzi controllati, 25 contravvenzioni elevate per infrazioni al Codice della Strada ed effettuate 15 perquisizioni personali, veicolari e domiciliari.