Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 905
RAGUSA - 29/08/2014
Cronache - Nessun ferito e nessun danno alle cose nella provincia iblea, ma parecchia apprensione

Sisma Grecia avvertito negli Iblei

Ancora ignote le cause del forte terremoto Foto Corrierediragusa.it

Stavolta ha fatto molta paura anche in provincia di Ragusa il forte terremoto che ha investito la Grecia: il sisma di magnitudo 5.8 è stato avvertito in pratica da tutti i residenti del territorio ibleo. Parecchie le segnalazioni alla nostra redazione di cittadini preoccupati in quanto svegliati all´alba dalla scossa. Il sisma si è registrato alle 05.45 di stamane in Grecia, come puntualmente segnalato da Ingv, l´Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, ma è stato chiaramente avvertito in molte aree del Sud Italia e della Sicilia in particolare. Gli effetti del violento terremoto, di cui ancora non si conoscono le conseguenze, sono stati avvertiti per la precisione nella Puglia, nella Calabria e nella Sicilia orientale. Nella provincia iblea la scossa è stata sentita praticamente ovunque, con un forte tremite che ha svegliato ligliaia di persone nel letto: dal litorale ispicese a quello pozzallese in particolare, ma anche nelle città quali Ragusa e Modica è stato sentito il sisma. Meno interessata la zona ipparina. Per fortuna non si sono registrati dalle nostre parti feriti o danni alle cose, ma solo parecchia apprensione.

In Grecia le città più vicine all’epicentro sono state Gefyra, a 50 chilometri, e Sparta, a 120.