Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1178
RAGUSA - 27/07/2014
Cronache - Presentavano documenti falsi di ogni tipo

Giovani perbene in apparenza scoperti dalla polizia

Si tratta di 4 soggetti insospettabili Foto Corrierediragusa.it

Perbene solo in apparenza, ma in realtà pronti alla truffa. Quattro soggetti insospettabili presentavano documenti falsi di ogni tipo, per avere varie agevolazioni: dai concorsi, agli sconti sul premio assicurativo, per finire con gli assegni. Al termine di una lunga attività di indagine la squadra Mobile di Ragusa ha denunciato all´autorità giudiziaria quattro persone. Si tratta del ragusano I. G., di 32 anni, per falsità materiale ed uso di atto falso. L´uomo, per ottenere uno sconto assicurativo ha alterato l´attestato di rischio della compagnia. Risultava essere inserito in una categoria alta e per questo avrebbe pagato un´ingente somma come premio assicurativo dati i numerosi incidenti avuti in passato. Adesso rischia fino a due anni di reclusione. Poi è stato denunciato D.M. V. di 24 anni, ragusano, che per avere un punteggio più alto rispetto agli altri concorrenti, ha presentato delle attestazioni di abilitazione alla pratica sportiva dell´equitazione. Il giovane, che non aveva mai cavalcato, ha tentato di ottenere un punteggio aggiuntivo ma il comando militare al quale aveva presentato i documenti ha chiesto alla squadra mobile di fare degli accertamenti poiché il giovane sembrava possedere troppe qualità. Effettivamente il militare dell´Esercito Italiano aveva visto bene, difatti la polizia ha dimostrato che quei documenti presentati erano tutti falsi. Adesso rischia fino a 2 anni di reclusione per falsità ideologica in atto pubblico.

Ed ancora sono stati denunciati F. D. e C. G., fidanzati ragusani di 23 anni che hanno negoziato un assegno denunciato come smarrito falsamente. Il ragazzo ha venduto un cavallo consapevole della provenienza illecita dell´assegno e lo ha fatto negoziare dalla fidanzata complice, ottenendo l´accredito di mille 800 euro.