Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 990
RAGUSA - 19/07/2014
Cronache - Le maggiori arterie di comunicazione sono monitorate in più punti

Pugno di ferro della Polstrada: 10 patenti ritirate

In tutto la Polstrada ha ritirato dall’inizio dell’anno 44 patenti per guida pericolosa Foto Corrierediragusa.it

Dieci patenti ritirate sulle strade iblee. Le maggiori arterie di comunicazione sono monitorate in più punti dagli uomini della Polstrada che saranno impegnati per tutto il periodo estivo con presidi e pattugliamenti lungo le strade. Otto patenti sono state ritirate sulla Ragusa-Catania a tre catanesi, due siracusani, un ragusano, un palermitano, un nisseno e due sulla Ragusa-Marina di Ragusa ad un vittoriese e ad un ragusano. La Polstrada ha comunicato che durante il fine settimana saranno effettuati servizi di rilevamento velocità con l´impiego del Telelaser sulla Ragusa-mare e nella giornata di lunedì sulla Ragusa-Catania.
Previsti anche controlli mirati per gli autotrasportatori che non rispettano le distanze di sicurezza e che in tal modo non consentono il rientro dal sorpasso agli autoveicoli. In tutto la Polstrada ha ritirato dall´inizio dell´anno 44 patenti per guida pericolosa, che prevede la sospensione della patente da uno a tre mesi. Il comandante Gaetano Di Mauro precisa: " Abbiamo deciso di abbandonare il classico posto di blocco, ed effettuiamo controlli "volanti". Per quanto riguarda la Ragusa-Catania era diventata una prassi per gli automobilisti rallentare nei pressi di contrada Dicchiara, dove eravamo soliti posizionarci, per poi riprendere a correre. Preferiamo quindi restare in strada ed intervenire quando vediamo che c´è qualcosa che non va.

I controlli sulla 514, tra l´altro, hanno fatto sì che quest´anno non ci sia stato nessun incidente mortale, fino a Vizzini, che è il territorio di nostra competenza». I controlli vengono effettuati in particolare nei fine settimana e nei periodi di maggior traffico e molti sono svolti con pattuglie in motocicletta per consentire maggiori possibilità di spostamenti veloci.