Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 593
RAGUSA - 17/06/2014
Cronache - Il giovane aveva addirittura seguito la parente per lasciare agire i malviventi

Minorenne basista ruba alla zia!

Dovranno rispondere di furto in abitazione aggravato Foto Corrierediragusa.it

La squadra mobile di Ragusa ha individuato un gruppo di giovani rapinatori, responsabili di aver premeditato un furto ai danni della zia di uno degli appartenenti alla banda. La rapina è avvenuta a febbraio, quando i malviventi si sono introdotti nell’abitazione dell’anziana signora portando via gioielli e orologi per migliaia di euro. Il tutto è stato rivenduto il giorno dopo ad un ignaro compro oro di Catania. A far parte della banda Alessandrò Scatà, nato a Ragusa di anni 22, F.F. nato a Ragusa di 41 anni, S.L. nato a Modica di 46 anni, S.S. nato a Ragusa di 17 anni e D.B nato in Tunisia, 17enne anche lui.

La cosa che più ha stupito i poliziotti della squadra mobile non è il furto ma il fatto che il nipote della vittima era colui che aveva dato tutte le notizie ai complici e che addirittura aveva seguito la zia durante il colpo al fine di controllarne i movimenti e fare agire indisturbati i complici con i quali era in contatto telefonico.

Dopo il furto però, i malviventi che avevano fatto irruzione nell’appartamento, hanno iniziato a chiedere al nipote della vittima 2mila euro a titolo di risarcimento per il bottino ritenuto magro. Sono poi iniziate le minacce di morte, tanto che il giovane ha contattato in forma anonima il 113 per denunciare il furto e gli autori dello stesso. Gli investigatori sono riusciti tuttavia a comprendere che il minorenne faceva parte della banda di rapinatori.