Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 860
RAGUSA - 15/06/2014
Cronache - Sei anni per il titolare della ditta Salvatore Carfi’

Strage di Mineo con 2 ragusani morti: richieste condanna

In primo grado, il 26 novembre del 2012, il Tribunale di Caltagirone aveva comminato condanne per complessivi 17 anni e sei mesi ed assolto l’ex sindaco di Mineo Giuseppe Castania e il responsabile del servizio di prevenzione, Giuseppe Virzi’ Foto Corrierediragusa.it

Sei anni per il titolare della ditta Salvatore Carfi´, cinque anni e sei mesi per il capocantiere Salvatore La Cognata, quattro anni ciascuno per il responsabile dell´ufficio tecnico Marcello Zampino e per l´addetto al depuratore Antonino Catalano, tre anni e otto mesi per l´ex assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Mirata e tre anni per il responsabile dell´ufficio prevenzione Giuseppe Virzi´. Sono le richiese del pm Sabrina Gambino nel processo di secondo grado per l´incidente sul lavoro che l´11 giugno del 2008 nel depuratore comunale di Mineo provoco´ la morte di sei persone, tra cui i ragusani Salvatore Tumino e Salvatore Smecca (da sx nella foto). Il procedimento si celebra davanti ai giudici della terza sezione della Corte d´appello di Catania.

In primo grado, il 26 novembre del 2012, il Tribunale di Caltagirone aveva comminato condanne per complessivi 17 anni e sei mesi ed assolto l´ex sindaco di Mineo Giuseppe Castania e il responsabile del servizio di prevenzione, Giuseppe Virzi´.

Condannati a due anni ed otto mesi di reclusione l´ex assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Mirata, il responsabile Ufficio tecnico Marcello Zampino, l´addetto al depuratore Antonino Catalano, il titolare dell´omonima azienda di espurgo Salvatore Carfi´ e il capo cantiere Salvatore La Cognata.