Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 914
RAGUSA - 18/04/2014
Cronache - Sono 6 le persone denunciate

Coca, erba e hashish sotto sequestro della Polizia

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni Foto Corrierediragusa.it

Gli uomini della Squadra Mobile della Polizia di Stato hanno sequestrato in questi giorni diversi tipi di droghe in alcuni servizi di controllo del territorio finalizzati alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, concentrando l’attività nelle «piazze di spaccio» di Ragusa. R.C. di 33 anni, nato a Modica, trovato in possesso di cocaina, stava per venderla ad un cliente di Modica venuto a Ragusa per cercare la «polvere bianca». C.A., 33 anni, nato a Scicli, è stato trovato in possesso di marijuana che in questo caso era stata ceduta pochi istanti prima ad un grosso pregiudicato che, agli arresti domiciliari, aveva sfruttato il permesso concesso dal Giudice per partecipare ad un processo, per comprare un po’ di «serenità» così come l’ha chiamata lui.
Ed ancora un altro giovane è stato trovato in possesso di alcuni grammi di hashish durante una perquisizione effettuata su alcuni giovani sospetti che stazionavano in Piazza San Giovanni.

I due spacciatori sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria e saranno processati a breve, mentre gli assuntori sono stati segnalati al Prefetto per le valutazioni del caso. Rischiano la sospensione e/o il ritiro della patente di guida, del passaporto e della carta d’identità valida per l’espatrio. Inoltre gli assuntori, in quanto tossicodipendenti, dovranno sottoporsi ad un programma di recupero al Sert e qualora non vi parteciperanno le sanzioni saranno inasprite.

La Squadra Mobile in questi giorni di vacanze continuerà a vigilare sui soggetti che orbitano nel mondo della droga senza lasciare scampo a chi vorrà arricchirsi sulle spalle di giovani, spesso ignoranti delle gravi conseguenze che la droga causa.