Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 704
RAGUSA - 05/04/2014
Cronache - Denunciati 3 pregiudicati catanesi

Squadra mobile sventa rapina in banca

A carico del terzetto sospetto il Questore di Ragusa ha già predisposto il foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno nella città iblea per 3 anni Foto Corrierediragusa.it

La Squadra Mobile ha denunciato i catanesi pregiudicati P.G.M., 37 anni, M.L. di 48, e T.D. di 44, per porto di armi ed oggetti atti ad offendere e possesso ingiustificato di chiavi o grimaldelli. Durante il normale controllo del territorio una delle Volanti in servizio nel centro cittadino, notava in viale Tenente Lena a Ragusa davanti la Banca Unicredit un’auto sospetta. Al fine di prevenire eventuali azioni criminose, richiedeva l’ausilio della Sezione Antirapine della Squadra Mobile. Personale in borghese aveva modo di osservare l’atteggiamento dei tre, che, senza alcun motivo apparente, sedevano in auto e guardavano verso la banca.

Al fine di prevenire eventuali azioni delittuose e considerando che l’auto era intestata ad un cittadino catanese (spesso rapinatori "pendolari"), i sospetti sui tre erano sempre più forti. Valutato l’orario e che erano presenti numerose persone, gli operatori di Polizia intervenivano per identificare i tre soggetti al fine di evitare eventuali problemi per gli onesti cittadini presenti all’esterno ed all’interno della banca.

Squadra Mobile e Squadra Volanti in pochi secondi circondavano l’auto e procedevano al controllo. I sospetti degli investigatori venivano immediatamente comprovati in quanto tutti e tre i catanesi erano pluripregiudicati per rapina. Inoltre la perquisizione dava esito positivo in quanto venivano rinvenuti uno «spadino» (strumento utilizzato per forzare le serrature), un taglierino e del nastro adesivo da imballaggio solitamente utilizzato per immobilizzare temporaneamente le vittime durante le rapine.

I tre venivano sottoposti a perquisizione personale e veicolare alla ricerca di ulteriori armi e successivamente accompagnati negli uffici della Squadra Mobile per il foto segnalamento da parte della Polizia Scientifica. Al termine delle operazioni i tre catanesi venivano denunciati in stato di libertà ed accompagnati alle porte della città di Ragusa. A loro carico il Questore di Ragusa ha già predisposto il foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno nella città iblea per 3 anni.

Pochi mesi fa, la banca Unicredit di Viale Tenente Lena era stata colpita da alcuni rapinatori travestiti da carabinieri ed anche in quella occasione la Polizia di Stato aveva tratto in arresto due rapinatori in flagranza di reato. Successivamente mediante le indagini condotte dalla Squadra Mobile aveva individuato i complici palermitani traendo anche loro in arresto.