Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1120
RAGUSA - 02/04/2014
Cronache - Da Pozzo Bollente a Vittoria a Cava dei Modica a Ragusa è emergenza

Discariche iblee: la situazione è critica

I rappresentanti della Srr iblea hanno ribadito in sede di riunione la necessità di provvedere alla nomina, da parte della Regione, di nuovi commissari straordinari per i rifiuti con più ampi poteri d’azione Foto Corrierediragusa.it

La questione discariche in provincia è stata oggetto di un confronto tra il presidente della commissione Ambiente dell´Ars, Giampiero Trizzino, i rappresentanti della Srr (servizio gestione rifiuti) iblea ed il direttore del dipartimento regionale dell´ Acqua e dei Rifiuti Marco Lupo. Presenti anche il presidente della Srr di Ragusa, Filippo Cavallo, i sindaci di Ragusa, Federico Piccitto, e di Chiaramonte Gulfi, Vito Fornaro, in qualità di membri del cda della Srr, il presidente del collegio dei revisori dei conti, Salvatore Buscema, gli attuali commissari dell´Ato Ragusa Ambiente, Fabrizio Failla e Massimo Gulino ed il parlamentare regionale Vanessa Ferreri. Per quanto riguarda la discarica di Pozzo Bollente bisogna subito avviare la gestione della fase di post-mortem, soprattutto per quanto riguarda le risorse finanziarie attualmente disponibili e gli interventi di messa in sicurezza. Le stesse criticità relative esistono anche per la discarica di Cava dei Modicani, a cui si aggiunge, nel brevissimo periodo, la necessità di predisporre un’ulteriore capacità di abbancamento dei rifiuti attraverso la realizzazione di uno specifico progetto di innalzamento delle sponde della vasca attualmente in uso.

A questo proposito, peraltro, l’attuale fase di stallo, legata proprio alla ridotta presenza di figure professionali all´interno dell´Ato in grado di predisporre il progetto in tempi brevi, potrebbe essere almeno temporaneamente superata attraverso l´impiego di figure professionali esterne. I rappresentanti della Srr iblea hanno ribadito in sede di riunione la necessità di provvedere alla nomina, da parte della Regione, di nuovi commissari straordinari per i rifiuti con più ampi poteri d´azione rispetto agli attuali il cui mandato scade alla fine del mese di aprile. La nomina è vitale per affrontare e risolvere nel più breve tempo possibile quella che può diventare un´emergenza in tutta la provincia.