Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 923
RAGUSA - 22/03/2014
Cronache - In 2 distinte operazioni dei Carabinieri

Furti ad Acate e Ragusa, arrestati rumeno e polacco

I due sono rinchiusi in carcere Foto Corrierediragusa.it

I carabinieri hanno intercettato un gruppetto di cittadini rumeni che si aggiravano con atteggiamento sospetto nella zona di «Case Serre». Dal controllo più approfondito emergeva che uno di loro identificato in Marius Dominte, rumeno 28 annu, celibe, era destinatario di un provvedimento di «Mandato d’Arresto Europeo» emesso dall’Autorità Giudiziaria rumena, per il reato di furto aggravato commesso in Romania e per il quale dovrà scontare una pena residua di anni 5 e mesi 2 di reclusione. Il rumeno è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa a disposizione della Corte d’Appello di Catania che curerà i rapporti con lo stato estero ai fini dell’estradizione. Non si esclude che lo stesso possa essersi reso responsabile di reati contro il patrimonio nelle aree rurali dell’Acatese.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Ragusa hanno invece arrestato un giovane polacco ricercato dalla Procura della Repubblica di Ragusa poiché deve scontare una condanna per furto. Przemyslaw Slawomir Kucma, da anni residente a Ragusa, era stato arrestato nel marzo 2011 dai Carabinieri di Ibla poiché quella notte insieme a un complice stava perpetrando un furto su di un’autovettura parcheggiata sotto casa della vittima, un commerciante ragusano, in Corso Mazzini a Ibla. Il provvidenziale intervento di un’autopattuglia del Comando Stazione di Ragusa Ibla aveva risolto la situazione senza ulteriori danni con l’arresto in flagranza del giovane. Il tribunale poi aveva emesso una condanna che, divenuta definitiva, aveva portato all’ordine di carcerazione emesso dal Procuratore della Repubblica di Ragusa.