Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 929
RAGUSA - 22/03/2014
Cronache - Continuano a tappeto i controlli notturni predisposti dal questore Giuseppe Gammino

Polizia e Inail a caccia di trasgressioni nei locali

Agenti della Squadra mobile e funzionari dell’Inail escono insieme la notte per recarsi nei locali pubblici. Scoperte altre irregolarità in due esercizi commerciali. Fra non molto alla «comitiva» si uniranno funzionari dell’Inps e dell’Asp 7 Foto Corrierediragusa.it

Il pettine si fa sempre più stretto. Nella «movida» ragusana c’è di tutto. Locali in regola, ed altri con parecchie violazioni di leggi a carico. Agenti della Squadra mobile e funzionari dell’Inail la notte escono insieme. Si mimetizzano fra i clienti, entrano nei locali notturni in cerca di divertimento, osservano, annotano e denunciano. Ne ha fatto le spese un ragusano di 25 anni, S. L.R., denunciato a piede libero per essersi rifiutato di fornire le proprie generalità assumendo un comportamento ineducato ed irrispettoso. Ha dovuto seguire obbligatoriamente gli agenti in Questura e lì è stato foto segnalato e identificato davanti ai suoi amici stupefatti per il comportamento ostile del giovane. Un atteggiamento incomprensibile che gli è costato la denuncia. I controlli predisposti dal questore Giuseppe Gammino, stavolta hanno riguardato il locale «Velier» sito in Via Archimede a Ragusa. All’interno l’Inail ha constato la presenza di un lavoratore irregolare. Inoltre gli agenti della Polizia di Stato hanno constatato che il titolare non aveva messo a disposizione dei clienti gli etilometri. La normativa prevede che tutti gli avventori siano messi nella possibilità di accertare le loro condizioni psicofisiche dopo l’assunzione di alcool, così da scongiurare le «stragi» che quotidianamente si consumano sulle strade italiane.

Il «Jester Live Music» sito in Viale Europa. All’interno gli Ispettori Inail non hanno constatato alcuna irregolarità per quanto riguarda la posizione dei lavoratori. Anche gli agenti di Polizia non hanno rilevato alcuna irregolarità nella gestione dell’attività commerciale. Sempre al «Jester», la Polizia di Stato ha proceduto al controllo a campione degli avventori richiedendo i documenti a dei giovani seduti ai tavoli così come consentito e previsto dalla legge al fine di valutare se vi fossero dei pregiudicati.

I controlli continueranno ancora e a tappeto. Al gruppo di lavoro, oltre alla Polizia di Stato e all’Inail, a breve si inseriranno funzionari del’Inps e dell’Asp 7 per un controllo generale a tutela del consumatore e degli stessi lavoratori dipendenti degli esercizi pubblici. Ai titolari di locali conviene mettersi in regola, ai giovani avventori si consiglia di evitare atteggiamenti spavaldi: portare sempre i documenti ed esibirli alla prima richiesta. Si evita di finire in Questura e di essere fotosegnalati come un qualsiasi pregiudicato.