Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1045
RAGUSA - 07/03/2014
Cronache - Sembra ormai segnato il destino dei 2 distaccamenti

Chiusura presidi Polizia in Parlamento

Dopo il Siulp, anche gli autonomi dell’ADP contestano la decisione del Ministero dell’Interno di eliminare la Polstrada di Vittoria e la Postale di Ragusa
Foto CorrierediRagusa.it

Sicurezza a rischio. Dopo il Siulp, anche l’Adp, il sindacato autonomo della Polizia di Stato va all’attacco contro lo smantellamento di importanti presidi di Polizia, come la Stradale di Vittoria e la Postale di Ragusa, per citare i più importanti. A seguito dell’incontro con il prefetto Annunziato Vardè, avuto con i rappresentanti del Siulp, Flavio Faro, Nunzio Vittoria e Giovanni Bartolotta, i cui contenuti riveleremo appresso, Gaspare Maiorana, segretario provinciale di ADP, ha chiesto e ottenuto l’intervento del parlamentare Basilio Catanoso, il quale ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno Angelino Alfano (foto).

Secondo i numeri divulgati dal Siulp, sarebbe ufficiale la proposta del Dipartimento della P.S. che, secondo un progetto finalizzato al risparmio economico, prevede la chiusura di 11 Commissariati di Polizia Distaccati, 73 Uffici di Polizia Ferroviaria, 73 Sezioni di Polizia Postale, 27 Uffici di Polizia Stradale, 4 Nuclei Artificieri, 11 Squadre a Cavallo, 4 Sezioni Sommozzatori, 50 Squadre Nautiche oltre agli accorpamenti e rimodulazioni delle competenze di alcuni Compartimenti in ambito Stradale, Ferroviario e Frontiera. Nella blacklist ci sono la Stradale di Vittoria e la Postale di Ragusa, che secondo l’analisi fatta l’altro ieri dal Siulp, non incidono sui costi perché la prima allocata presso la sede del Commissariato di Fanello e la seconda presso le Poste centrali.

Il prefetto di Ragusa si è mostrato molto sensibile al problema confermando che rappresenterà al Dipartimento le specifiche esigenze territoriali che rendono necessari alcuni presidi assicurando tra l’altro il suo impegno affinché la professionalità dei poliziotti ed i servizi offerti alla cittadinanza nelle specifiche materie, nell’eventualità, vengano comunque assicurati da altri uffici magari con l’incremento di personale. La preoccupazione resta, perché quando si scatena lo tsunami politico, non c’è prefetto d’Italia che possa bloccarlo. A fermare la rovina ci vuole sempre la politica.

E infatti Gaspare Maiorana ha fatto intervenire un «amico» della Polizia, l’ex deputato di An Basilio Catanoso. «Grazie all’onorevole Basilio Catanoso –dice Maiorana- che, sempre vicino alle Forze dell’Ordine dice no alla chiusura del Distaccamento Polizia stradale di Vittoria che lo ricordiamo ha nella cittadina uno dei più grandi mercati ortofrutticoli d’Italia con un volume di traffico veicolare elevato. La chiusura della Polizia Stradale di Vittoria è solo un ufficio dei 261 previsti dal Ministero che in un solo momento vorrebbe tagliare centinaia di uffici dimenticandosi della sicurezza dei cittadini e facendo svanire con un «colpo di bacchetta» le professionalità acquisite negli anni dai Poliziotti. Non siamo e non vogliamo essere il sindacato del NO ma le scelte vanno fatte seriamente». A questo punto non resta che attendere la risposta del ministro Alfano all’interrogazione di Basilio Catanoso.