Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 861
RAGUSA - 02/03/2014
Cronache - Forte denuncia del sindacato di Polizia Siulp dopo le voci di «tagli eccellenti»

Polstrada e Polizia postale costrette a chiudere

Flavio Faro, segretario generale del Siulp pronto a fare intervenire il prefetto. «Assurdo, verrebbe a mancare la prevenzione contro le stragi del sabato sera e i nuovi reati informatici. Le due strutture non costano nulla, sono allocate presso il Commissariato di Vittoria e gli uffici di Poste italiane»
Foto CorrierediRagusa.it

Se tuona, da qualche parte piove. Se ne parla, vuol dire che qualcosa di vero c’è. In ossequio ai tagli proposti dal Dipartimento di della Pubblica sicurezza, sarebbero pronti a sparire il Distaccamento della Polizia stradale di Vittoria e la Sezione di Polizia postale di Ragusa. Vergogna, vien da dire! Per come espone i fatti Valerio Faro (foto), segretario generale del sindacato di polizia Siulp, la notizia ci sembra tragicomica.

Perché il «prestigiatore» illuminato che ha pensato di fare scomparire la Polstrada di Vittoria e la Polizia postale di Ragusa, in nome del risparmio, forse non sa che le due strutture non costano niente. Infatti, gli uffici della Polstrada sono ubicati nello stabile del Commissariato, in via Emanuela Loi, mentre quelli della Postale, sono ospitati negli uffici delle Poste centrali, a totale carico di Poste italiane. «Il vero risparmio- dice Faro ironicamente- sarebbe quello di licenziare il personale della Stradale e della Postale. Parliamo seriamente, sono realmente economici i motivi di tali proposte? Se si vuole realmente puntare al risparmio, perché non si pensa ad una vera razionalizzazione dell´intero comparto sicurezza in provincia? Perché non si programma una seria riorganizzazione della Polizia di Stato, dell´Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza al fine di eliminare sprechi economici e di risorse umane?» Faro ha fatto una denuncia precisa e ha messo il dito nella piaga di un sistema che si vuole mantenere elefantiaco e dispendioso. Meglio tagliare due uffici che in realtà si scopre non costano nulla.


«Le autorità di P.S.- continua il segretario Faro- sono chiamate ad esprimere parere proprio per la conoscenza delle realtà locali e per questo che il S.I.U.L.P. chiederà un incontro con il signor Prefetto di Ragusa alla ricerca di un´intesa che garantisca il bene comune, sicuro di condividere con il massimo rappresentante del Governo in provincia, la sicurezza dei cittadini che noi poliziotti per primi siamo pronti a difendere anche con più incisive preteste».

A parte gli inesistenti risparmi economici, cosa accadrebbe eliminando la Polstrada di Vittoria e la Postale a Ragusa? «Mentre a Palermo alcuni deputati regionali denunciano l´insicurezza sulle strade del sud-est dell´isola ed in particolare su quelle della provincia iblea e le tante associazioni rivendicano la presenza di più pattuglie della Polizia Stradale- rincara Faro- sulle nostre strade per prevenire quelle tragedie "del sabato sera" che si sono atrocemente verificate anche sulle nostre strade seminando morte tra i giovani, la risposta delle Istituzioni è proprio la chiusura di un presidio che con le sue circa 700 pattuglie annue garantisce la prevenzione stradale dal bivio di Vizzini a Pozzallo concentrandosi, nel periodo estivo, proprio sulla litoranea da Marina di Acate a Donnalucata, dove la presenza della Polizia Stradale diventa sinonimo di necessità».

E sulla Polizia postale? «Stessa cosa. Invece di investire sui controlli di Polizia a livello informatico in considerazione che i reati telematici fanno registrare un rialzo esponenziale e rappresentano sempre più un reale pericolo per le nuove generazioni figlie di internet, il Dipartimento della P.S. propone la chiusura della Sezione Polizia Postale di Ragusa, unico presidio (tra tutte le forze di polizia in provincia) che vanta competenza, esperienza e specializzazione in quell´ambito. Danno e beffa insieme, perché da un semplice calcolo si è dimostrato che entrambi gli uffici non costano nulla e che pertanto la loro chiusura comporterebbe un risparmio uguale a zero».


complimenti i ladri al governo derubano le forze dell´ordine
05/03/2014 | 10.13.57
salvatore

complimenti governanti l´italia fondata sul furto e l´iilegalita.fuori i carcerati e chiusi i distretti di polizia.dimmi come difendermi governo ladro


bravi
02/03/2014 | 20.01.49
salvatore

bravi,è un buon metodo per togliere i controllori della legalità


continuiamo così...
02/03/2014 | 18.12.09
gd4

Purtroppo quelli che tengono in mano le redini di questo paese le inventano tutte per realizzare risparmi veri e finti, tutto fuorchè toccare gli sprechi, gli sperperi e le regalie… le pensioni d’oro non si toccano, gli stipendi d’oro non si toccano, le indennità scandalose non si toccano, i regali alle banche e le consulenze di comodo non si toccano…! E tutto questo anche dentro il ministero degli interni. Perciò non rimane altro che fare finta di risparmiare con questi sistemi… l’importante è che chi arraffa soldi a piene mani dalle casse dello Stato continui a farlo!