Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 890
RAGUSA - 01/02/2014
Cronache - Operavano 2 lucciole, una paraguaiana e l’altra di Milano, e un transessuale brasiliano

VIDEO - Chiuso bordello con trans

A mettere sul chi vive gli infastiditi residenti è stato il continuo viavai di clienti
Foto CorrierediRagusa.it

Scoperto in pieno centro a Ragusa un bordello con due prostitute e un transessuale brasiliano che ha messo sul chi vive gli infastiditi residenti per il continuo viavai di clienti. Il bordello era ospitato in una intera palazzina di via Solferino chiusa dalla Sezione volanti.



Era l´insospettabile palazzo di quattro piani e cinque mini appartamenti quindi ad ospitare la casa d’appuntamenti, che offriva prestazioni, anche particolari, con tariffe dai 50 ai 200 euro, per un “fatturato” di almeno 2mila 500 euro al giorno, considerato che la polizia ha contato 3 clienti in poco più di mezz’ora, ad una media di 8 nell’arco delle 24 ore per ciascuna prostituta e per il trans. Uno dei clienti, sposato e padre di figli, sorpreso dai poliziotti dopo aver “consumato”, aveva accampato la scusa di trovarsi lì per caso, chiedendo non meglio specificate informazioni. E’ stata la prostituta a confermare l’evidenza agli agenti. Una delle lucciole, di origine paraguaiana, è stata espulsa dal territorio italiano in quanto clandestina.

Gli appuntamenti venivano scrupolosamente annotati su un’agendina dall’altra lucciola proveniente da Milano e che ufficialmente si definiva una scrittrice. Non mancavano pure accessori sessuali e gadget vari per rendere più divertenti i rapporti, talvolta decisamente “alternativi”, in particolare quelli con il trans, molto richiesti e apprezzati dai clienti. I poliziotti hanno trovato notebook per aggiornare la bacheca degli appuntamenti a luci rosse nei siti internet specifici, nonché cellulari e contante per quasi 5mila euro. Trovati pure ben 500 preservativi, una quantità industriale. Tra gli sms nei telefonini piuttosto particolare quello di un ragusano: "So che sei il nuovo trans di Ragusa, voglio provarti subito".