Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1366
RAGUSA - 29/01/2014
Cronache - Uno dei due coraggiosi residenti è rimasto ferito in maniera lieve

VIDEO - Due cittadini bloccano ladri

Il commissario capo Nino Ciavola, plaudendo alla collaborazione preziosa dei cittadini, esorta però a non prendere iniziativa, al fine di scongiurare conseguenze, chiamando il 113 per segnalare ogni caso sospetto Foto Corrierediragusa.it

Due cittadini dotati di una robusta dose di coraggio s’improvvisano detective e colgono sul fatto due ladri in abitazione, riuscendo a bloccarne uno in attesa dell’arrivo della polizia che lo arresta in flagranza. Uno dei residenti è però rimasto ferito dal malvivente. Questi, impugnando un cacciavite, ha provocato all’uomo graffi al braccio ed alle mani fino all’arrivo degli agenti.



Le manette sono scattate per il 20enne tunisino Houssam Srioua. I due residenti, di cui uno, quello ferito, piuttosto avvezzo a questo genere di situazioni essendo un addetto alla vigilanza nella riserva naturale di Marina di Ragusa, stavano passeggiando ieri sera lungo via Vietri nella frazione marinara quando hanno udito rumori da una casa che sapevano essere abitata solo nei fine settimana. Notando una finestra rotta, i due cittadini hanno prima chiamato il 113, e poi sono subito intervenuti, sorprendendo i due ladri che avevano già messo da parte bottiglie di vino pregiate ed elettrodomestici. Mentre uno dei malviventi è riuscito a sgattaiolare via, al 20enne armato di un grosso cacciavite è stata bloccata la fuga fino all’arrivo delle volanti. Il commissario capo Nino Ciavola, plaudendo alla collaborazione preziosa dei cittadini, esorta però a non prendere iniziativa, al fine di scongiurare conseguenze, chiamando il 113 per segnalare ogni caso sospetto.

Il coraggioso cittadino, dopo le cure ricevute alla guardia medica, se l’è cavata con qualche giorno di prognosi.