Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 685
RAGUSA - 24/01/2014
Cronache - Incredibile atteggiamento di sfida di un minorenne, denunciato dalla Polizia

VIDEO - Ruba e sfotte la vittima!

Il giovane è stato inchiodato dalle videocamere del sistema di telesorveglianza di cui non si era accorto Foto Corrierediragusa.it

Ruba cellulare, portafogli e chiavi della macchina e poi fa pure lo strafottente, pavoneggiandosi con la vittima del furto. Questo esuberante atteggiamento ha alla fine inchiodato alle proprie responsabilità un 17enne di Ragusa, G.S., denunciato per furto dalla Squadra mobile.



Lo sfacciato ladro si era introdotto in una palestra di Ragusa, cercando non dare nell’occhio grazie alla presenza degli iscritti. Approfittando della confusione e con l’ausilio di una chiave adulterina, il giovane ha forzato una cassetta di sicurezza per il deposito degli effetti personali degli sportivi, rubando, come accennato, un cellulare, un portafogli e le chiavi della macchina. Nonostante avesse commesso il furto, il giovane impenitente continuava a restare in palestra, invece di defilarsi, al solo scopo di “gustarsi” le reazioni della vittima del reato appena commesso. Il ladro, inoltre, chiedeva aiuto ad una delle dipendenti per farsi aprire la cassetta in precedenza da egli stesso forzata, come a voler dimostrare che le chiavi fossero difettose. Dalle immagini del sistema di videosorveglianza si nota ancora che con assoluta freddezza il ladro si allontana, mostrando quasi stupore per quanto accaduto alla sua vittima.

Una sfida forse appagante ma che è costata la denuncia al 17enne, che non aveva fatto i conti con la Polizia che lo ha rintracciato fino a casa. Il giovane dopo aver tentato di negare i fatti, ha infine ammesso di aver commesso il furto, dichiarando inoltre di aver gettato documenti, cellulare e chiavi dell’auto e tenendo con sé solo il denaro. A carico del minore sarà celebrato un processo per furto aggravato, mentre la Procura della Repubblica dei Minori presso il Tribunale di Catania è già stata informata per un eventuale collocamento in comunità.