Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 942
RAGUSA - 28/12/2013
Cronache - Violenze familiari e stalking in aumento in queste festività natalizie fra Vittoria e Ragusa

Sesso con pistola puntata: denunciato

Un vittoriese e due ragusani denunciati dalla Squadra mobile di Ragusa per maltrattamenti e violenze nei confronti di ex mogli e fidanzata. Il caso più eclatante a Vittoria, dove un uomo di 65 anni ha violentato la moglie con la pistola puntata Foto Corrierediragusa.it

Giorni di festa e di violenza fra le pareti domestiche. Tra mogli e mariti, ancora nella stessa casa, già separati o in corso di separazione. Tra Natale e Santo Stefano è successo di tutto. Un vittoriese di 65 anni è stato denunciato per violenza sessuale aggravata ai danni della moglie dagli agenti della Squadra mobile di Ragusa. La vittima dopo essere stata costretta a fare sesso col marito sotto la minaccia di una pistola, ha preso coraggio ed ha denunciato tutto alla Polizia. Sebbene la coppia fosse di fatto separata, il marito continuava a vessarla con richieste esplicite e convincenti tramite l’uso di una pistola, tanto che lei, giunta al limite della sopportazione, ha abbandonato la casa coniugale per andare a sporgere denuncia.

A Ragusa, un ragusano di 56 anni è stato denunciato per avere commesso maltrattamenti in famiglia e stalking. L’uomo, separato con sentenza già omologata, per anni ha continuato a maltrattare la moglie senza voler lasciare in alcun modo la casa coniugale. La vittima, dopo l’ennesimo tentativo fallito e le violenze fisiche subite, ha deciso di denunciare i fatti alla Polizia. Dopo aver interrotto la relazione, sebbene la donna fosse stata costretta a riparare presso alcuni parenti, l’uomo ha continuato a compiere atti persecutori perché non accettava la separazione.

Sempre nel capoluogo, un altro ragusano di 39 anni ha computo stalking nei confronti della fidanzata che voleva interrompere la relazione ormai logorata dal tempo e dalle continue minacce e violenze. La vittima non poteva uscire di casa perché veniva seguita e perseguitata tramite sms in qualsiasi posto di svago si recasse da sola. La Squadra mobile gli ha notificato la misura cautelare di non avvicinarsi alla donna in nessun modo. In caso contrario scatterà l’arresto immediato.