Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 673
RAGUSA - 07/12/2013
Cronache - Raggiro scoperto dai Carabinieri

Truffatore svizzero prende identità a infermiere ragusano

I militari iblei hanno lavorato in collaborazione con i colleghi di Luino Foto Corrierediragusa.it

I carabinieri della Stazione di Marina di Ragusa hanno denunciato un truffatore svizzero per sostituzione di persona e utilizzo di documento d’identità falso. L’uomo era già stato coinvolto in un vasto giro di truffe tra la Svizzera e la provincia di Varese. Un infermiere di Marina di Ragusa originario di Chiaramonte Gulfi si era presentato in caserma perchè non aveva ottenuto un prestito dalla banca in quanto cattivo pagatore. Proprio lui che non aveva mai avuto debiti con nessuno. L´uomo aveva intuito che non poteva essere un banale errore del sistema informatico. Vi erano infatti svariati e ingenti debiti non onorati registrati alla «Centrale Rischi Finanziari».

Presentatosi in caserma, quindi, l´uomo ha denunciato tutto ai carabinieri che subito si sono messi al lavoro. Impegno non facile, dato che hanno minuziosamente dovuto ricostruire un puzzle con elementi molteplici e pure distanti.

Tramite i colleghi di Luino, i militari sono risaliti al 42enne R.M., già coinvolto nell’inchiesta denominata «truffa del dottor Colombo» condotta dai militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Luino nei confronti di un sodalizio criminale dedito all’acquisto di beni di lusso con finanziamenti intestati a nomi di ignari cittadini per poi andare a esportare e rivendere veicoli e barche nella limitrofa Svizzera. All’infermiere è stata dunque restituita la propria identità.