Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1351
RAGUSA - 15/11/2013
Cronache - Incessanti i controlli della Sezione volanti che ha sorpreso 2 giovani ladre

Ancora furti nei negozi, 2 denunce

La Polizia di Stato in prossimità delle festività Natalizie ha già concordato e predisposto uno speciale piano di prevenzione e repressione dei reati in genere Foto Corrierediragusa.it

Gli uomini della Squadra Volanti della Polizia di Stato hanno denunciato C.M., 26 anni, e V.R. di 23, entrambe di Novara, ma negli ultimi mesi residenti a Ragusa, per aver rubato diversa merce dagli scaffali di un noto Centro Commerciale di Ragusa. Le ragazze avevano già commesso più volte furti negli esercizi commerciali in diverse zone d’Italia. Alle 19.30 di giovedì veniva segnalata al 113 la presenza di due giovani donne che avevano nascosto addosso diversa merce sottratta presso un centro commerciale. Considerati i diversi furti ai danni degli imprenditori locali, in piena sinergia con i responsabili dei punti vendita, la segnalazione alla Polizia di Stato viene effettuata immediatamente al fine di prevenire ed eventualmente reprimere questo triste fenomeno che con la crisi economica si accentua sempre più.

All’arrivo della Volante, gli agenti hanno fermato le ragazze segnalate che, trovate in possesso della refurtiva, venivano condotte in Questura per verbalizzare quanto commesso e la relativa denuncia di furto aggravato. Al termine del fotosognalamento da parte della Polizia Scientifica le due ragazze sono state rimesse in libertà e la merce è stata restituita al responsabile del punto vendita che, almeno in questo caso non ha subito danni economici.

La Polizia di Stato in prossimità delle festività Natalizie ha già concordato e predisposto uno speciale piano di prevenzione e repressione dei reati in genere commessi presso le cosiddette «piazze a cielo coperto» della Città, ovvero i Centri Commerciali frequentati da migliaia di cittadini.

GLI ALTRI DUE ARRESTI DI DONNE "PROFESSIONISTE" DEL FURTO
Due donne, Anna Romano, 53 anni, ed Elisabetta Schiavone, di 45, sono state arrestate dalla polizia Ragusa perche´ ritenute le autrici di otto furti di merce per centinaia di euro compiuti ieri nel giro di un´ora e mezza in negozi della città. Una terza persona, un uomo di 64 anni che era con loro, é stata denunciata per lo stesso reato a causa delle precarie condizioni di salute. La polizia é intervenuta dopo la segnalazione delle presenza di tre persone che si aggiravano tra gli scaffali di un supermercato di via N. Colajanni dalla polizia e sono state trovate in possesso di refurtiva di poco valore, circostanza che in primo momento aveva indotto gli agenti a pagare per loro la merce rubata considerato che c´erano pochi generi alimentari e lo stesso proprietario non voleva procedere.

Le due donne avevano inoltre quasi convinto gli agenti a credere che avevano rubato i generi alimentari per necessità. Successivamente da alcuni controlli é emerso che sarebbero stati professionisti di furti in centri commerciali. Nella loro auto i poliziotti hanno infatti trovato merce per centinaia di euro proveniente da furti in diversi esercizi commerciali a distanza di pochi metri l´uno dall´altro. Le due donne sono state inoltre trovate in possesso di 500 euro in contanti e libretti postali con oltre 7mila euro in deposito.

Ai poliziotti i tre hanno ammesso che questo per loro era un vero e proprio lavoro e di vivere da tempo dei proventi di furti ai danni di esercizi commerciali di ogni genere. Oggi le due donne saranno processate. All´uomo la Divisione anticrimine ha notificato un divieto di ritorno per tre anni nella Provincia di Ragusa emesso dal Questore.


Non poteva che finire così
16/11/2013 | 20.39.08
Giuseppe

Io, modicano, lavoro per uno dei comuni non siciliani che hanno passato la selezione. Devo constatare che il "mio" comune si è mosso anni fa e seriamente, mentre solo da pochi mesi le altre città siciliane si sono affacciate ad una competizione seria, interpretandola superficialmente. Mi spiace molto, da modicano, ma non poteva che finire così...
Chissà quando sceglieremo governanti più capaci di quelli che abbiamo messo su adesso...