Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1048
RAGUSA - 08/10/2013
Cronache - Manette per un giovane ragusano. Denunciato il complice coetaneo

Appena 18enne ma già pratico dello spaccio

Negli slip sono state trovate «stecchette» di marijuana confezionata in modo professionale Foto Corrierediragusa.it

Appena 18enne ma già pratico di spaccio di droga. Ma l’attività di pusher è durata poco per Christofar Luminario, ragusano, arrestato dagli agenti della sezione volanti coordinati dal dirigente Antonino Ciavola. I poliziotti hanno denunciato pure un altro 18enne, G.A., sempre per reati di droga. L’altra sera un equipaggio della Squadra Volanti, durante i controlli disposti al fine di prevenire ed eventualmente reprimere il traffico di sostanze stupefacenti, con un’attenzione particolare rivolta ai minori, stava monitorando la piazza di via Monte Amiata a Ragusa, zona frequentata da numerosi ragazzi, già trovati in altre occasioni in possesso di sostanze stupefacenti. Alla vista degli uomini della Polizia di Stato, un giovane, per l’appunto Luminario, ha provato a nascondere qualcosa all’interno del giubbotto, motivo per cui veniva subito sottoposto a controllo e trovato in possesso di alcune dosi di marijuana pronta per essere venduta.

Il giovane, che ha compiuto 18 anni pochi giorni fa, era particolarmente nervoso nonostante avesse consegnato lo stupefacente, motivo per cui i sospetti che questi potesse occultarne altro addosso erano fondati, pertanto giunto presso gli uffici della Questura, veniva sottoposto a perquisizione personale e negli slip venivano rivenute altre «stecchette» di marijuana confezionata in modo professionale. Dall’attività d’indagine condotta sin dai primi istanti, emergeva che il giovane spacciatore avesse già raggiunto una professionalità nel commettere il reato e che vivesse del provento di questa illecita e pericolosissima attività per la salute di numerosi minori, il tutto dopo aver abbandonato la scuola; inoltre a seguito della perquisizione domiciliare venivano rivenuti due bilancini di precisione ed un trita erba utile per il confezionamento così come la carta stagnola presa appositamente dalla cucina della mamma per suddividere le dosi.

Sempre dalle risultanze investigavate, gli Ufficiali ed Agenti della Polizia di Stato sono riusciti ad identificare in pochi minuti anche il complice di Luminario, A.G. anch’egli appena diciottenne ragusano, che sottoposto a perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di altra sostanza stupefacente e del bilancino di precisione. Per lui è scattata la denuncia.