Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1104
RAGUSA - 04/09/2013
Cronache - Sull’episodio indagano gli agenti del 113 che sono intervenuti

Comisano 26enne aggredito al bar finisce in ospedale

ha avuto una prognosi di due settimane. Colpito da un coetaneo davanti ad un locale notturno

La polizia sta cercando di fare chiarezza su un´aggressione subita nel fine settimana da un ragazzo comisano di 26 anni. Il giovane è finito in ospedale per trauma cranico, ecchimosi al volto ed una sospetta frattura al setto nasale ed ha avuto una prognosi di due settimane per le ferite riportate. L´episodio si è verificato nella tarda sera di sabato davanti ad un locale notturno di Marina dove il giovane comisano si trovava con una ragazza nativa di Pedalino. Nel corso della conversazione un coetaneo, amico della ragazza, con cui aveva trascorso una serata in discoteca, si è avvicinato alla coppia ed ha sferrato un pungo al volto del giovane 26enne del tutto impreparato ed incredulo per quanto avvenuto.

La causa del gesto può essere attribuibile alla gelosia o ad uno stato eccitato per i fumi dell´alcol. La vittima dell´aggressione non ha avuto modo di reagire ma qualcuno tra i tanti presenti ha chiamato subito il 113. Gli agenti hanno interrogato la vittima che ha riferito di non avere riconosciuto il suo aggressore mentre altre persone hanno parlato di altri due giovani che spalleggiavano l´aggressore, apparentemente arrivato sul posto con un nutrito gruppo di amici. Gli agenti hanno identificato alcune persone, le cui testimonianze potranno essere utili per chiarire i contorni del grave episodio.


presa in giro
04/09/2013 | 21.07.12
peppinog

Se invece di esserci solo i cartelli ci fossero pure le telecamere le cose sarebbero più facili ,ma poi con le telecamere i clienti non bevono come dovrebbero e ci sarebbe un calo vistoso del prodotto finito cioè gli ubriachi prodotto che devono gestire i residenti come hanno voluto e fatto quelli della passata amministrazione.