Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 994
RAGUSA - 27/08/2013
Cronache - Entrambi sono stati denunciati dai Carabinieri

Due studenti, uno minore, sorpresi a farsi una "canna"

Erano in possesso di hashish

I Carabinieri della stazione di Marina di Ragusa hanno "pizzicato" due giovani intenti a farsi una «canna»: uno appena 18enne, l’altro minorenne. La pattuglia dei militari dell’Arma, impegnata come di consueto nel controllo del territorio in orario notturno, anche al fine di vigilare sugli orari degli esercizi pubblici e sulla somministrazione di bevande alcoliche, era ovviamente impegnata anche a contrastare il consumo e l’eventuale smercio di sostanze stupefacenti.

I due militari, transitando poco dopo la mezzanotte da via Genova, notavano due persone di sesso maschile seduti su un muretto. Alla vista dei militari i due gettavano subito qualcosa in terra. I militari, torcia alla mano, bloccati i due giovani, recuperavano dal marciapiede tre tocchetti di hashish. Perquisiti i due, saltavano fuori dagli indumenti altri due pezzetti della stessa droga, uno per ciascuno. In totale sono stati trovati e sottoposti a sequestro cinque pezzi per un peso complessivo di due grammi.

I militari ipotizzano che potesse essere stato un momento in cui i due si stavano scambiando lo stupefacente ma non è stato chiaro chi comprasse e chi acquistasse, per ovvi motivi dovendo il venditore rispondere del ben più grave reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Inoltre i due, probabilmente consci delle conseguente penali della vendita, hanno affermato di non farne commercio ma «solamente» utilizzo.

I due, N.C., 18 anni, di Santa Croce, e il suo amico 17enne ragusano, entrambi studenti incensurati, sono stati sanzionati secondo l’articolo 75 del testo unico stupefacenti con la segnalazione al Prefetto della provincia di Ragusa, che nei prossimi giorni deciderà quale sanzione comminare, da uno a dodici mesi, tra la sospensione della/delle patente/patenti di guida possedute, del porto d´armi, del passaporto e di ogni altro documento equipollente.