Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1103
RAGUSA - 27/08/2013
Cronache - Manette per Ciprian Cocoreanu, 24 anni

Ladro seriale latitante catturato dalle Volanti

Il romeno si era sottratto all’arresto da oltre un anno

Un romeno latitante ricercato per reati specifici, Ciprian Cocoreanu, 24 anni, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare per aver commesso una serie di furti con strappo nel territorio di Agrigento, è stato arrestato in pieno centro storico a Ragusa dalle pattuglie della sezione volanti. Nel corso di un controllo, gli agenti, poco dopo la mezzanotte di sabato, avevano notato un’auto con targa straniera che si aggirava per le vie del centro e che già aveva fatto due volte lo stesso tragitto. Insospettiti da tale comportamento, le pattuglie hanno proceduto a un controllo. Il conducente, visibilmente straniero, avrebbe dichiarato agli agenti di trovarsi qui in vacanza e che aveva smarrito la strada per far rientro.

Alla richiesta degli agenti su dove abitasse, il romeno non sarebbe stato nelle condizioni di fornire alcun dato di un hotel, piuttosto che di un’abitazione privata, oltre al fatto che era sprovvisto di documenti di identità. Elementi che hanno indotto gli investigatori ad effettuare ulteriori accertamenti accompagnando il 24enne direttamente in Questura. Considerato che era sprovvisto di documenti, il romeno è stato fotosegnalato dalla Polizia Scientifica e dal riscontro in banca dati sulle impronte digitali, è risultato essere destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare per aver commesso una serie di furti con strappo a Ravanusa, in provincia di Agrigento, e subito dopo aveva fatto perdere le proprie tracce.

Considerato che la latitanza di Cocoreanu durava da più di un anno, gli agenti hanno posto fine alla sua fuga, traendolo in arresto e mettendolo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Agrigento che ha emesso il provvedimento di cattura.