Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1075
RAGUSA - 15/08/2013
Cronache - Scontro frontale sulla statale 514 tra una Mercedes e una Lancia: coinvolti altri 5 feriti, di cui 2 gravi

Muoiono Salvatore Cilia e la figlioletta

Una Lancia K si è scontrata con una Mercedes classe C. Il 42enne alla guida della Lancia è morto sul colpo. La bambina di 6 anni è spirata nella notte al "Cannizzaro" di Catania
Foto CorrierediRagusa.it

Due morti, una donna e una ragazza in condizioni gravissime e altri 3 feriti non in pericolo di vita. Il ferragosto ibleo si macchia di sangue ed ancora una volta è la statale 514 Ragusa - Catania ad essere teatro dell´ennesimo incidente mortale (foto). Salvatore Cilia, 42 anni, di origini vittoriesi ma residente a Ferla, centro montano del Siracusano, è morto sul colpo. La figlia di 6 anni, che era stata trasportata d´urgenza in elisoccorso al "Cannizzaro" di Catania, è spirata nella notte nel nosocomio catanese pare a causa di una emorragia interna alla testa. Restano gravissime le condizioni delle altre due persone che viaggiavano sulla Lancia K bianca di Cilia: la moglie 44enne e la figlia maggiore di 11 anni, ricoverate pure loro al "Cannizzaro" di Catania per i forti traumi riportati.

L´uomo è rimasto intrappolato nella sua auto che è stata ridotta ad un ammasso di lamiere contorte a causa dello scontro frontale avvenuto nei pressi di Chiaramonte il giorno di ferragosto, alle 16.30, all´altezza del ristorante "La Loggia". L´incidente si è verificato in una semicurva tra la Lancia K che era diretta verso Catania con a bordo la moglie e le due figlie di Salvatore Cilia, ed una Mercedes Classe C grigia che andava verso il capoluogo ibleo e sulla quale viaggiavano altre tre persone, tutte rimaste ferite con traumi alle gambe ed al torace e ricoverate al "Guzzardi" di Vittoria e al "Regina Margherita" di Comiso. Le condizioni cliniche di questi ultimi tre feriti non destano eccessive preoccupazioni e sono fuori pericolo: si tratta di S.R. di 63 anni, ragusano, di una donna di 57 anni, G.A.P, ed del 28enne S.G.

Nella macchina guidata da Salvatore Cilia viaggiavano, come accennato, la moglie 44enne e le due figlie. Quella di 6 anni è deceduta nella notte nel reparto di rianimazione del nosocomio del capoluogo etneo, dove restano ricoverate in condizioni critiche l´altra figlia di 11 anni e la moglie di Salvatore Cilia. Praticamente una famiglia distrutta. La Polstrada e i vigili del fuoco sono intervenuti subito dopo l´impatto mortale verificatosi proprio nell´ora del rientro nella giornata di ferragosto. I pompieri hanno faticato parecchio per estrarre i feriti dalle lamiere contorte delle auto. Per Salvatore Cilia però non c´è stato nulla da fare.

Il traffico è stato immediatamente bloccato e deviato verso strade secondarie attraverso Pedalino, Mazzarrone e Grammichele. I primi rilievi non hanno rilevato frenate sull´asfalto e tutto lascerebbe pensare che la Lancia K abbia invaso la corsia opposta a causa delle condizioni viscide dell´asfalto. Nella zona infatti aveva piovuto abbondantemente.
Hanno collaborato Antonio Nicosia e Giuseppe La Lota

Sotto, le foto dell´incidente mortale. Cliccateci sopra per ingrandirle