Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 924
RAGUSA - 05/08/2013
Cronache - Tre automobilisti sono stati denunciati penalmente per uso di cannabinoidi

Alcol e velocità, telelaser in azione sulle strade iblee

Individuato un modicano ottantenne quale responsabile del reato di fuga ed omissione di soccorso a seguito di incidente stradale verificatosi lo scorso 9 luglio

Controlli sulle strade del mare nel corso del fine settimana. Gli agenti della Polstrada hanno effettuato numerosi posti di blocco soprattutto nel tratto tra Marina di Ragusa e Donnalucata. Tre persone sono stati raggiunte da denuncia penale perchè trovati con un tasso alcolico molto superiore al consentito. In particolare un ragusano, 23 anni, è stato trovato, alle 3,00 del mattino di sabato, con un tasso pari a 1,21 (la soglia per l’illecito penale è 0,80 grammi di etanolo per litro); un altro ragusano di 33 anni, è stato trovato, alle 04,19 del mattino di sabato, con un tasso pari a 1,58 ed infine un vittoriese di 31 anni è stato trovato, alle ore 4,00 circa del mattino di domenica, con un tasso pari a 1,19.

Due conducenti, autori di due diversi incidenti stradali avvenuti il primo quindici giorni fa nel territorio del Comune di Comiso ed il secondo dieci giorni fa sulla Ragusa Catania di Ragusa, dopo essere stati sottoposti ai controlli sono stati trovati positivi ai cannabinoidi. A tutti è stata ritirata la patente.

E’ stato poi individuato un modicano ottantenne quale responsabile del reato di fuga ed omissione di soccorso a seguito di incidente stradale verificatosi lo scorso 9 luglio. L’attività investigativa ha preso inizio dalla denuncia di un ragusano di anni 47, ciclista, il quale mentre percorreva la Modica Giarratana, in compagnia di altro ciclista, veniva superato da un veicolo il quale svoltava repentinamente tagliando la strada al denunciante e facendolo rovinare a terra. In ospedale veniva giudicato guaribile in cinque giorni. Il fatto avveniva in presenza di testimoni, uno dei quali è stato sentito negli uffici della Sezione Polizia Stradale ed è stato in grado di fornire il numero di targa del mezzo che ha consentito in tal modo di individuare l’indagato al quale è stata ritirata la patente.