Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 886
RAGUSA - 23/07/2013
Cronache - Manette per il 43enne di Comiso Salvatore Pilato, ritenuto vicino alla "Stidda"

VIDEO - Nullafacente con redditi da capogiro

I Carabinieri hanno sequestrato beni e contante per mezzo milione di euro Foto Corrierediragusa.it

Utilizzava la copertura di venditore ambulante di articoli d’abbigliamento, ma nei fatti era un nullafacente dall’elevato tenore di vita che dichiarava al fisco un reddito pari a zero. A Salvatore Pilato (foto), 43 anni di Comiso, ritenuto essere vicino alla «Stidda» gelese e già sorvegliato speciale con due sentenze di condanna passate in giudicato per spaccio di droga, i Carabinieri hanno sequestrato beni e contante per mezzo milione di euro.



Terreni agricoli ed edificabili, un appartamento e una megavilla di campagna, oltre a conti corrente con cospicui depositi e movimentazioni fino a 50mila euro: questi i beni sequestrati a Salvatore Pilato, con precedenti per furti, rapine e ricettazione. L’uomo, nel vano tentativo di sfuggire ai controlli, aveva intestato tutto alla convivente e alla figlia. I militari sospettano che Pilato abbia accumulato questa fortuna con il traffico di eroina e cocaina, già scoperto ben 14 anni fa in un’operazione antidroga. Pilato investiva negli ultimi tempi grosse somme nel mercato immobiliare, troppo per un semplice venditore ambulante. I dettagli sono stati resi noti dal comandante provinciale dei Carabinieri di Ragusa Salvo Gagliano, dal capitano Carmine Gesualdo e dal sottotenente Giorgia De Acutis. Il sequestro è stato effettuato in base al nuovo codice antimafia in materia.