Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 651
RAGUSA - 05/12/2012
Cronache - Manette per un nordafricano

Coca e marijuana alla fermata del bus

L’arresto è scattato in piazza Zama, presso il capolinea dei pullman di linea extraurbana e interregionale Foto Corrierediragusa.it

Nell’ambito di mirati controlli, predisposti a livello provinciale a contrasto del traffico, dello spaccio e dell’uso di sostanze stupefacenti, i finanzieri del nucleo mobile della compagnia di Ragusa hanno sequestrato ad un immigrato di nazionalita’ nordafricana, domiciliato a Ragusa, M.F. di 26 anni, finito in manette, 281 grammi di marijuana, 11 grammi di cocaina e 170 euro in contanti, probabile provento dell’attivita’ di spaccio. L´immigrato, come accennato, è stato arrestato in flagranza di reato e condotto nel carcere di Ragusa.

L´arresto è scattato in piazza Zama, presso il capolinea dei pullman di linea extraurbana e interregionale. Si tratta di un luogo notoriamente conosciuto dagli operatori di polizia quale area di sosta o di incontro di soggetti extracomunitari residenti nel capoluogo o provenienti da altre località, dediti all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari operanti effettuavano un controllo nei confronti dell´immigrato, apparentemente in attesa di prendere un autobus per una citta’ del nord Italia. Nel corso del controllo effettuato all’interno di uno zainetto tipo troller detenuto dall´uomo, veniva rinvenuto un involucro imballato, contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana pronta per lo spaccio.

La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire altro stupefacente dello stesso tipo nonche’ un ovulo con all’interno della polvere bianca confezionata con cellophane, che, da immediate analisi effettuate con drop test in dotazione al reparto operante, consentivano di appurare che trattavasi di cocaina.

Nel corso delle operazioni di perquisizione domiciliare, all’interno dell’abitazione dell´immigrato tratto in arresto, veniva identificato un altro extracomunitario intento a consumare stupefacente tipo marijuana per uso personale, che è stato denunciato. Il valore dello stupefacente sequestrato, se immesso nel mercato, avrebbe fruttato circa 4mila euro.

Nella foto parte della droga sequestrata