Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 788
RAGUSA - 05/12/2012
Cronache - Operazione della sezione volanti

Coppia di romeni arrestata per furto aggravato

Si tratta di Ionut Georgian Ionascu di 23 anni e Gigi Nicolae Oprea

Gli uomini della Squadra Volanti della Questura di Ragusa hanno arrestato per furto aggravato due cittadini rumeni. Si tratta di Ionut Georgian Ionascu di 23 anni e Gigi Nicolae Oprea, di 22 anni, entrambi residenti a Ragusa. Insieme a loro vi era un minorenne di 17 anni, anch’egli rumeno che è stato denunciato in stato di libertà.

Ad accorgersi del furto un ragusano stava percorrendo la strada S.P. 9. Questi si accorge che tre persone stavano tentando di forzare la porta d’ingresso della Casa Cantoniera di proprietà della Provincia di Ragusa ed un mezzo era già pronto per essere caricato. L’uomo comprende subito cosa stava accadendo e contatta immediatamente il 113. In pochi minuti sono giunti sul posto due Volanti che bloccano ogni probabile via di fuga del mezzo segnalato e dei presenti.

Alla vista degli agenti, i tre uomini, non avendo possibilità di fuggire in alcun modo, tentano di giustificare la loro presenza in quel posto, ma a nulla è valso il loro tentativo. Dal sopralluogo presso la Casa Cantoniera (oggi deposito di mezzi d’opera di proprietà della Provincia), si constatava che i tre avevano forzato la porta d’ingresso in ferro ed avevano già caricato a bordo del veicolo a loro in uso, un macchinario utilizzato per asfaltare le strade. Considerato che i tre sono stati colti in flagranza di reato di furto aggravato ai danni della Provincia di Ragusa, i due maggiorenni sono stati arrestati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che oggi procederà a giudicarli con rito direttissimo, mentre il minore è stato denunciato in stato di libertà ed affidato alla madre. Il materiale oggetto di furto è stato tutto recuperato e riconsegnato al responsabile del sito di proprietà della Provincia, contestualmente alla denuncia presentata presso gli uffici della Questura.