Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 364
RAGUSA - 18/11/2012
Cronache - Torna libero l’aggressore che spedì in coma l’attacchino modicano

Remissione in libertà per Scatà

Su decisione del gip del tribunale di Ragusa Giovanni Giampiccolo Foto Corrierediragusa.it

Dopo poco più di un mese trascorso agli arresti domiciliari nella propria abitazione, è tornato libero l´aggressore del modicano Angelo Pulino, dopo la lite dagli esiti tragici per le affissioni dei manifesti elettorali. Amedeo Scatà (foto), ragusano di 25 anni, è stato rimesso in libertà su decisione del gip del tribunale di Ragusa Giovanni Giampiccolo. L’uomo era stato arrestato dalla Squadra Mobile e della Squadra Volanti della Questura di Ragusa per il reato di lesioni gravissime. Amedeo Scatà aveva sferrato un pugno in faccia al modicano Angelo Pulino, 44 anni, per un diverbio scaturito per gli spazi disponibili per i manifesti elettorali a Ragusa, in via Migliorisi, nei pressi di piazza Igea.

L’arresto di Amedeo Scatà era scaturito dall’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Giampiccolo, che ne ha adesso disposto la remissione in libertà, su richiesta sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, Monica Monego, con il coordinamento del Procuratore Capo Carmelo Petralia, che aveva richiesto la custodia cautelare in carcere. Angelo Pulino, invece, dopo essere uscito dal coma, è adesso a casa, a Modica, dove sta osservando un lungo periodo di convalescenza.