Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 696
RAGUSA - 03/11/2012
Cronache - In manette sono finiti Salvatore Cinquemani, 32 anni, e Antonino La Marca, di 33

Finti Carabinieri arrestati. Plauso Ugl

Sono in corso le ricerche del terzo complice riuscito a fuggire Foto Corrierediragusa.it

Si erano finti Carabinieri, mascherandosi di tutto punto con tanto di divise che rasentano la perfezione di quelle originali, per compiere una rapina in banca armati di un semplice taglierino. Ma per i falsi militari Salvatore Cinquemani, 32 anni, di Palermo, e per il compaesano Antonino La Marca, di 33 anni, entrambi già noti per reati simili, non c’è stato neanche il tempo di godersi il bottino, perché la «mascherata» è stata scoperta dagli agenti della sezione volanti, guidata dal dirigente Antonino Ciavola, che hanno fatto scattare le manette.

Alle 15.30 una donna ha segnalato al 113 che due uomini vestiti da Carabinieri erano entrati all’interno della Banca Unicredit di via Tenente Lena a Ragusa con fare abbastanza sospetto e inusuale per due militari in servizio. Inoltre, all’esterno della banca c’era un terzo uomo che sembrava fare da palo ai due uomini in divisa. E’ quindi subito intervenuta la Polizia. Dall’esterno gli agenti hanno notato che i due falsi carabinieri intimavano alle persone presenti nella filiale, ovvero il direttore, due dipendenti e quattro clienti, di mettersi tutte da una parte e di stare immobili. Senza correre rischi, i poliziotti sono subito intervenuti in maniera decisa, entrando nei locali e intimando ai due rapinatori di arrendersi.

In pochi istanti i due finti Carabinieri sono stati ammanettati. Durante le fasi della rapina si è accertato che i due rapinatori effettivamente erano aiutati da un «palo» che si è dato alla fuga non appena intuito che la rapina in corso era stata scoperta. I due rapinatori travestiti da militari avevano invece intimato ai presenti di consegnare i telefoni cellulari, al fine di evitare telefonate di soccorso alle forze dell’ordine. Tutti avevano obbedito per la paura di essere feriti da un taglierino in possesso dei rapinatori e utilizzato da questi ultimi per minacciare i presenti.

Dalle indagini è stato possibile rinvenire l’auto con la quale i rapinatori erano giunti a Ragusa e tutto l’occorrente per compiere la rapina: 2 divise dei carabinieri complete in ogni dettaglio, paletta dei militari rinvenuta all’interno dell’auto, parrucche, baffi finti e altro materiale per il trucco. Sono intervenuti pure gli investigatori della Squadra Mobile che sin da subito hanno attivato le ricerche del terzo complice riuscito a fuggire.

IL PLAUSO DEL SEGRETARIO PROVINCIALE UGL POLIZIA VINCENZO CAVALLO
Il Segretario Provinciale Ugl della Polizia di Stato, Vincenzo Cavallo, esprime grande soddisfazione per la brillante operazione della Squadra Volanti e della Centrale Operativa della Polizia di Ragusa, che ha portato alla cattura di due pericolosissimi malviventi, Salvatore Cinquemani e Antonino La Marca, entrambi palermitani.

«Rivolgo un grande plauso ai colleghi impegnati in questa delicata operazione e voglio sottolineare, ancora una volta – afferma Cavallo - la pronta azione degli uomini della Polizia di Stato che, con estrema professionalità, mostrando attenzione e vicinanza ai cittadini, sono riusciti a sgominare la banda di malintenzionati. Credo che, operazioni come queste, andrebbero sempre premiate con l’attenzione massima nei confronti di chi, quotidianamente, opera silenziosamente ma sempre per il bene del nostro Territorio e della nostra Comunità.»

Nella foto in alto il dirigente della Sezione volanti Antonino Ciavola con i travestimenti utilizzati dai due rapinatori nel riquadro, da sx Salvatore Cinquemani e Antonino La Marca.

Nella foto sotto il Segretario Provinciale Ugl della Polizia di Stato Vincenzo Cavallo

Il Segretario Provinciale Ugl della Polizia di Stato, Vincenzo Cavallo