Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 477
RAGUSA - 01/11/2012
Cronache - A seguito di un incidente verificatosi nel centro di Marina tra una Audi ed una Focus

Alla guida con assicurazione falsa, denunciato

Si tratta di un cittadino albanse di 38 anni che aveva modificato i dati riportati nel certificato assicurativo. Ritirata la patente, sequestrato il mezzo

Un cittadino di nazionalità albanese di 38 anni, residente a Scicli, è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa per aver falsificato e utilizzato il contrassegno attestante la regolarità della assicurazione obbligatoria. E’ stata la pattuglia dei Vigili urbani in servizio a Marina a rilevare un incidente con alcuni feriti verificatosi in via Scicli all’intersezione con la via Gioia dove era stato segnalato lo scontro tra una Ford Focus e un’Audi. Giunti sul posto i vigili hanno proceduto al controllo dei documenti di circolazione e alla identificazione delle persone coinvolte.

Al controllo del certificato di assicurazione relativo alla Ford Focus – condotto da B. B., albanese, di 38 anni, residente a Scicli – si accorgevano che il documento presentava delle anomalie e, per la qualità della carta utilizzata e per altre circostanze era, alquanto sospetto. Il documento è stato ritirato dai Vigili ed i successivi controlli hanno confermato che il veicolo era sprovvisto di assicurazione obbligatoria e che le date di inizio e fine contratto risultavano alterate e tali da far apparire con regolare e valido il certificato di assicurazione.

L’autovettura è stata sequestrata ed il certificato di assicurazione è stato sottoposto a sequestro penale. Anche la patente è stata ritirata ed il il conducente della Focus è stato denunciato per falsità in scrittura privata.


Basta una visura telematica..
02/11/2012 | 16.33.05
Davide Nicaso

Purtroppo la tecnologia non assiste chi cerca di contraffare anche ottimamente i certificati e i contrassegni di assicurazione. E´ sufficiente una visura telematica all´ANIA e si vede all´istante se il veicolo sia coperto o meno da una polizza assicurativa.
Non è infatti un certificato, pur originale, a garantire la validità di una polizza; se, per esempio, si trasferisce una polizza e non si distrugge il vecchio certificato, quest´ultimo potrebbe far credere, utilizzandolo per circolare, che la polizza sia, invero, ancora valida.
Le forze dell´ordine, con un clic e il numero di targa, scoprono tutto.
Purtroppo le polizze RC costano molto e le compagnie non fanno nulla per inventare alternative valide ed economiche per casi particolari di circolazione, per esempio solamente in ambito urbano.