Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1342
RAGUSA - 23/10/2012
Cronache - Il 44enne modicano aggredito da un ragusano per una lite sull’affissione dei manifesti elettorali

L´attacchino Pulino uscito dal coma è tornato a casa e sta bene

E’ stato il fratello Peppe a prelevare Angelo dal "Cannizzaro" di Catania e ad accompagnarlo in macchina. Dopo aver salutato i genitori e consumato un leggero pasto, Angelo Pulino è rimasto a dormire per buona parte del pomeriggio ed ha riposato in salotto per tutta la giornata
Foto CorrierediRagusa.it

Angelo Pulino, 44 anni, di Modica, è tornato a casa. L´attacchino aggredito da un "collega" che lo aveva ridotto in coma per una lite durante l´affissione dei manifesti elettorali per le Regionali di domenica prossima a Ragusa, ieri a mezzogiorno è stato dimesso dal reparto di neurologia del "Cannizzaro" di Catania, dove era stato ricoverato negli ultimi due giorni, e ha fatto ritorno nell’abitazione di via Tirella a Modica.

E’ stato il fratello Peppe a prelevare Angelo dal nosocomio del capoluogo etneo e ad accompagnarlo in macchina. Dopo aver salutato i genitori e consumato un leggero pasto, Angelo Pulino è rimasto a dormire per buona parte del pomeriggio ed ha riposato in salotto per tutta la giornata.

I medici hanno infatti raccomandato cautela per favorire un graduale recupero alla normalità. Dell’episodio accaduto nel pomeriggio di venerdì 5 in piazza Igea a Ragusa Angelo non ha voluto parlare con i pochi amici che sono andati a trovarlo. Ha evitato forse per non avere sussulti ed emozioni che sicuramente non fanno bene al suo attuale stato di salute. Angelo infatti si muove ancora con qualche difficoltà, non è al meglio delle forma fisica, deve restare seduto; queste le conseguenze dei due traumi cranici subiti.

Dopo che in un primo tempo era scattata solo la denuncia, erano intanto scattate pure le manette per l´aggressore di Pulino, dopo la già citata lite dagli esiti tragici per le affissioni dei manifesti elettorali: era stato difatti arrestato dalla Squadra Mobile e della Squadra Volanti della Questura di Ragusa Amedeo Scatà, pregiudicato ragusano di 25 anni, per il reato di lesioni gravissime.

Amedeo Scatà aveva sferrato un pugno in faccia a Pulino per un diverbio scaturito per gli spazi disponibili per i manifesti elettorali a Ragusa. L´attacchino modicano stava occupandosi di affiggere i manifesti della candidata di IdV Melina Carrubba, mentre Scatà procedeva all´affissione dei manifesti elettorali di Nello Dipasquale. L´episodio si era verificato in via Migliorisi, nei pressi di piazza Igea.

Come hanno confermato i medici Angelo ha riportato due traumi: uno alla base cranica ed uno alla regione occipitale a seguito della caduta causata dal pugno ricevuto in piena faccia mentre si apprestava ad attaccare dei manifesti elettorali. Angelo Pulino è stato ricoverato per quasi due settimane in rianimazione al »Cannizzaro» dove è arrivato in elisoccorso qualche ora dopo l’aggressione di cui è rimasto vittima; è stato tenuto sotto attento e continuo controllo da parte dei medici che ad un certo punto hanno temuto anche il peggio. Poi il graduale ma lento recupero dovuto anche alla forte fibra ed all’età.

Lo scorso fine settimana Angelo è stato invece trasferito al reparto di neurologia per gli ultimi accertamenti e solo dopo avere verificato che le condizioni generali di salute del paziente erano accettabili i medici hanno dato il parere positivo per le dimissioni pur dando delle precise prescrizioni. Ora sarà un lento recupero favorito dal calore della famiglia, dall’affetto degli amici, dalla ripresa delle antiche abitudini ma per Angelo Pulino non sarà facile dimenticare quel pomeriggio in cui è stato vittima di violenza.

Nella foto sopra Angelo Pulino all´uscita dall´ospedale assieme alla candidata di Idv Melina Carrubba per la quale affiggeva i manifesti elettorali a Ragusa