Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 930
RAGUSA - 20/10/2012
Cronache - Assolti Giovanni Cosentini e Gaetano D’Onofrio con formula piena

Assunzioni al Consorzio di bonifica: non fu reato

Il reato ipotizzato era di abuso di ufficio aggravato per avere effettuato 23 assunzioni a tempo nel 2007. Le assunzioni, secondo l’accusa, avrebbero causato un danno erariale di 22 mila euro

Assoluzione con formula piena perché «il fatto non sussiste». Sono stati assolti dal Tribunale di Ragusa il direttore del Consorzio di bonifica, Giovanni Cosentini, già ex vicesindaco a palazzo dell’Aquila, e l’ex amministratore provvisorio del Consorzio all’epoca dei fatti, Gaetano D’Onofrio. Il reato ipotizzato era di abuso di ufficio aggravato per avere effettuato 23 assunzioni a tempo nel 2007. Le assunzioni, secondo l’accusa, avrebbero causato un danno erariale di 22 mila euro.

Il Pm, Claudia Maone, dopo la requisitoria ha chiesto l’assoluzione con formula ampia per i due amministratori. La tesi è stata accolta dal tribunale, presidente Andrea Reale, a latere, Rosanna Scollo ed Ivano Infarinato, che si è brevemente riunito per la camera di consiglio. Decisiva la testimonianza del funzionario regionale, Dario Cartabellotta, che ha chiarito come le assunzioni nei Consorzi erano state vietate in forza della legge 45 ma la legge 76 del 1995 dava facoltà ai dirigenti di assumere per «esigenze funzionali» per cui le assunzioni nei vari Consorzi siciliani sono state operate per chiamata diretta.

La Regione infatti copriva i costi delle assunzioni, previa autorizzazione, mentre ai Consorzi restavano gli oneri riflessi. Le delibere di assunzione contestate erano quattro, tutte assunte nel 2007, e riguardavano ausiliari, guardiani, addetti alla manutenzione dell’impianto Esa ed alla sede del Consorzio di Vittoria per un totale di 23 unità di personale.