Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 634
RAGUSA - 24/09/2012
Cronache - Si sono presentati negli uffici di Ragusa della Polstrada esibendo un tagliando non in regola

Nonno e nipote denunciati per assicurazione non valida

Dovranno rispondere entrambi di falso ideologico. Il carrelo trasportato dal giovane alla guida della macchina non era stato assicurato per tempo

Nonno e nipote si beccano una denuncia per falso ideologico per una assicurazione scaduta. Gli agenti della Polstrada hanno denunciato i due per la mancata copertura assicurativa di una macchina con carrello e per avere prodotto presso gli uffici della Polstrada a Ragusa falsi documenti.

Il nipote di anni 22, alla guida dell’auto del nonno, era stato fermato dagli agenti durante un controllo a Modica. Alla richiesta di esibire l’assicurazione, il conducente mostrava il tagliando dal quale tuttavia non risultava la copertura assicurativa del carrello. Vista l’incertezza del fermato, gli agenti, prima di verbalizzare, si accertavano presso l’agenzia assicuratrice che il mezzo era regolarmente assicurato, ma non il carrello, per cui procedevano alla redazione dei verbali previsti ed al sequestro del mezzo.

Pochi giorni dopo, il nonno ed il nipote presentavano presso gli uffici della polizia stradale la richiesta di annullamento del verbale presentando un atto notorio nel quale dichiaravano di avere consegnato agli agenti la polizza assicurativa sbagliata ed esibivano un’altra polizza assicurativa che risultava coprire sia l’auto che il carrello; l’assicurazione risultava essere stata pagata alle ore 9.30 dello stesso giorno del controllo per cui, alle ore 13.00, momento della contestazione, era già operativa la copertura assicurativa.

Visti i documenti esibiti, veniva annullato il verbale e restituita la macchina ma ulteriori accertamenti hanno consentito di appurare che la polizza era valida dalla mezzanotte dello stesso giorno della stipula del contratto per cui i due venivano contravvenzionati ed inoltre denunciati.