Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 983
RAGUSA - 08/03/2008
Cronache - Ragusa - I 39 insegnati denunciati alla Procura

L´ufficio scolastico collabora
con la Digos nelle indagini

Sono accusati di truffa aggravata in danno dello Stato Foto Corrierediragusa.it

"L´ufficio scolastico provinciale (ex provveditorato agli studi) collabora fattivamente alle indagini condotte dalla Digos". Lo ha dichiarato il dirigente Cataldo Dinolfo in riferimento alla denuncia alla Procura di 39 insegnati delle scuole elementari, accusati di truffa aggravata in danno dello Stato e falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico. "Riponiamo piena fiducia nella magistratura" ha aggiunto Dinolfo.

I poliziotti avevano accertato che i 39 insegnanti avevano presentato falsa documentazione per scorrere la graduatoria in danno degli aventi diritto.

I 39 denunciati avevano falsamente autocertificato d´essere disoccupati o con figli a carico, acquisendo indebitamente punteggio in graduatoria in danno degli effettivi aventi diritto.

In assenza dei necessari requisiti di legge e mediante false attestazioni riportate nelle istanze di aggiornamento della graduatoria provinciale, i 39 insegnanti denunciati erano stati quindi inseriti nella graduatoria provinciale «riservisti» scuola elementare, ottenendo nomine a tempo indeterminato o annuali per l´anno scolastico 2007/2008, con pregiudizio per la pubblica amministrazione e degli altri partecipanti all’aggiornamento della graduatoria.

Le indagini erano scattate subito dopo l´estate, a seguito delle denunce di quanti si erano visti scavalcare in graduatoria.

I 30 insegnanti elementari denunciati, di età compresa tra i 30 e i 45 anni, sono residenti in vari centri della provincia di Ragusa.