Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 634
RAGUSA - 26/08/2012
Cronache - Servizio straordinario di controllo del territorio

Il labrador antidroga Ivan scopre uno spacciatore

Marina di Ragusa e Santa Croce Camerina: un arresto e due denunce Foto Corrierediragusa.it

Nella serata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Ragusa, coadiuvati dal Nucleo Carabinieri Cinofili di Nicolosi, hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio a Santa Croce Camerina e a Marina di Ragusa. Le due località rivierasche sono state cinturate e passate al setaccio: sono state effettuate 18 perquisizioni personali, 5 perquisizioni domiciliari e 12 perquisizioni veicolari in occasione di posti di controllo, nel corso dei quali sono state identificate 86 persone e controllati 38 veicoli. La presenza dell’unità cinofila in pieno centro e sul lungomare a Marina di Ragusa ha suscitato non poca curiosità, e sono state molte le persone che si sono avvicinate a Ivan, il labrador dei Carabinieri.

A Santa Croce Camerina proprio l’ausilio dell’unità cinofila ha consentito di trarre in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente Bassam Brahmi, tunisino di 29 anni, sedicente, senza fissa dimora, pregiudicato. Il giovane veniva bloccato in quella via Puglisi, immediatamente dopo aver venduto ad un giovane santacrociano una dose di sostanza stupefacente.

Inoltre, a seguito di perquisizione personale, l’extracomunitario veniva trovato in possesso di sostanza stupefacente del tipo hashish, del peso complessivo di 10 grammi circa, nonché della somma di 50 Euro, provento dell’attività di spaccio. I soldi e la sostanza stupefacente sono stati sottoposti a sequestro, mentre l’extracomunitario è stato dichiarato in stato di arresto e, dopo le formalità di rito, veniva associato presso la casa circondariale di Ragusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il giovane che aveva acquistato lo stupefacente veniva segnalato al Prefetto come assuntore, ai sensi dell’art.75 del DPR 309/90.

Sono stati inoltre denunciati due sorvegliati speciali per inosservanza agli obblighi imposti dalla misura di prevenzione personale, in quanto non venivano trovati all’interno delle proprie abitazioni, in occasione del controllo effettuato dai militari. Al termine del servizio il bilancio è stato di 14 contravvenzioni al CdS contestate, con la decurtazione di 90 punti patente, 10 grammi di hashish sequestrati, una persona segnalata al Prefetto come assuntore di sostanza stupefacente, una persona arrestata e due denunciate.