Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1120
RAGUSA - 14/08/2012
Cronache - I cani hanno tentato di azzannare l’uomo, riuscito a fuggire

Ciclista accerchiato dai randagi nella pineta di Randello

La scorsa settimana la Dog Professional ha catturato cinque cani ed alcune gabbie sono state attrezzate nella pineta

Se l’è cavata con molto spavento un ciclista ragusano che si era recato per una passeggiata in mountain bike nella pineta di Randello. G.I., 47 anni, stava pedalando nel bosco quando tre cani di grossa taglia lo hanno accerchiato ed hanno tentato di addentarlo. Il ciclista è ricorso alla sua buona preparazione fisica ed ha accelerato al massimo seminando uno alla volta i tre meticci.

Sembrava tutto finito e G.I. ha ripreso fiato ma al varco di uscita della pineta un altro randagio gli si è parato di fronte proprio nel tratto in salita che conduce al cancello. G.I. ha fatto valere ancora una volta le sue doti di scalatore ed è sfuggito anche a questo attacco. L’uomo ha denunciato i fatti anche per mettere in allarme i tanti visitatori della pineta, podisti, ciclisti, e semplici passeggiatori.

La scorsa settimana la Dog Professional ha catturato cinque cani ed alcune gabbie sono state attrezzate nella pineta. Antonio Tringali, presidente dell’Enpa Ragusa, rileva come l’attenzione sul fenomeno randagismo sia alta e richiama l’attenzione di tutti sulla necessità di segnalare subito presenze di randagi e cani isolati ai vigili urbani o alle guardie dell’Enpa.

L´assessore Ciccio Barone, informato dell´accaduto, ha intanto reso noto che l´amministrazione ha provveduto ad acquistare una gabbia recinto per la cattura dei cani. Si tratta di una gabbia di notevoli dimensioni proprio per la stazza degli animali che, dopo la cattura dei primi cinque, dovrebbero essere non più di dieci. La situazione, asicurano da palazzo dell´Aquila, è tenuta sotto controllo ma ai frequentatori della pineta viene consigliato di prendere le dovute precauzioni.


complimenti antonio
16/08/2012 | 10.53.29
salgur

Egregio sig. antonio,
per lei il Nobel sarebbe poco. Sono pienamente d´accordo con quanto dice, anzi aggiungerei di più: "ciclisti e biciclette andrebbere vietati/e per Legge".
Infatti: inquinano; sono rumorose; non rispettano i limiti di velocità; superano in curva; parcheggiano ovunque; non rispettano mai le precedenze e tantomeno si fermano agli stop, (se lo possono permettere visto i bestioni che guidano). Un pericolo continuo, non degno di un popolo civile come lo siamo noi. Che pena quegli incivili del Nord Europa, dove circolano tantissime bici, che pericoli costanti. Invece da noi non si sente dire altro che di ciclisti che uccidono rispettosi utenti della strada sulle loro auto, e peggio: non si fermano nemmeno a prestare loro soccorso. Che schifo. Ha ragione signor antonio. Eliminiamo i ciclisti, vivremmo tutti in un mondo più sicuro.
Saluti


per salvo
16/08/2012 | 1.55.44
antonio

caro mio io non scherzo sopra nulla anzi ne sono pienamente incazz....
mi e dispiaciuto moltissimo per gli episodi che sono successi e per il bambino .. e le notizie si devono sapere tutte prima di parlare
..ci sarebbe un "colpevole indiretto": ............, di 62 anni, l´uomo che dalla locale procura aveva in affido il branco di randagi, e che è stato arrestato per concorso in omicidio colposo, omessa custodia, malversazione di animali e anche per resistenza a pubblico ufficiale.
questo pensi si poteva evitare???
di chi e la colpa?´´
e che ormai anche se si incontra un chiuwawa che ci abbaia e un assassino senza guardarci intorno e dentro di noi....


Quali bestiacce?
15/08/2012 | 16.53.24
Rita

Per gd4:Le uniche bestiacce che conosco sono coloro che non sterilizzano i loro animali e che poi li abbandonano ad una fine atroce. Per non parlare poi dell´inadempienza di gran parte di questi amministratori del "bene pubblico" sempre in ritardo con la realizzazione di canili che non vedremo mai (non lager).
Rita Rossini


quando
15/08/2012 | 13.01.31
sal

mi chiedo: come mai date questa notizia senza riferimenti precisi, a partire, per esempio dal non specificare QUANDO è avvenuto quest´accerchiamento???


mi sembra che non abbiano fatto alcun male
15/08/2012 | 12.39.53
antonio

io ne accarezzo spesso l importante e cio´ che si trasmette al cane.
per chi e buddista ateo o altro cio´ non toglie l amore verso gli animali
voglio semplicemente rispondere con unna frase che non e certo mia...
......................................................
«Secondo la mia mentalità la vita di un cane non è meno preziosa di quella di un essere umano.
Ritengo che più una creatura sia importante, più diritto abbia alla protezione dalla crudeltà dell’uomo»

Mahatma Gandhi