Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 977
RAGUSA - 02/07/2012
Cronache - Manette per un ragusano andato fuori di testa nel corso di una lite domestica

Spara al cognato e lo manca di un soffio

I controlli a tappeto dei militari, coordinati dal comandante provinciale Salvo Gagliano, hanno portato ad altri cinque arresti nel solo fine settimana Foto Corrierediragusa.it

Sparatoria... in famiglia. Un ragusano è stato arrestato per tentato omicidio e porto abusivo di arma da fuoco. Si tratta di Alfredo Scatà (foto), 46 anni, ragusano, muratore, pregiudicato. L’uomo, mentre si trovava all’interno del cortile dell’abitazione del cognato S.A., ragusano di 65 anni, pensionato, pregiudicato, esplodeva, per futili motivi riconducibili a dissidi familiari, due colpi d’arma da fuoco calibro 7,65 all’indirizzo dello spaventato anziano, non colpendolo solo poiché la vittima si gettava prontamente a terra. La tragedia è stata sfiorata.

Scatà, prima di fuggire a bordo di uno scooter, colpiva alla testa con il calcio della pistola il cognato, che, successivamente condotto all’ospedale Civile, gli veniva diagnosticato dai medici un «trauma cranico minore con ferita lacero-contusa al cuoio capelluto» con prognosi di giorni 10.

I Carabinieri, allertati da alcuni condomini che avevano assistito alla scena, si mettevano immediatamente alla ricerca dell’aggressore, che veniva rintracciato e bloccato a poca distanza dalla casa teatro del tentato omicidio. A seguito di rilievi effettuati da personale specializzato veniva repertato e sequestrato un bossolo cal.7,65. Il ciclomotore utilizzato da Scatà veniva sottoposto a sequestro per la successiva confisca.

Scatà non è la prima volta che si rende protagonista di gesti violenti: infatti nel 2007 venne arrestato sempre dai Carabinieri della Compagnia di Ragusa sempre per tentato omicidio per futili motivi.

I controlli a tappeto dei militari, coordinati dal comandante provinciale Salvo Gagliano, hanno portato ad altri cinque arresti nel solo fine settimana. Due vittoriesi sono finiti in manette per furto aggravato in concorso e possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. Un altro vittoriese è stato arrestato per furto aggravato, ricettazione e rapina e 2 tunisini sono finiti in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati complessivamente anche 2 panetti di hashish del peso di oltre 100 grammi.