Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1481
RAGUSA - 29/06/2012
Cronache - Pugno duro della polizia provinciale

Ritornano le "fumarole": 7 imprenditori denunciati

E’ accaduto durante l’attività di controllo del territorio

Con l´arrivo dell´estate e del gran caldo ritorna puntuale anche la biasimevole, e illegale, abitudine di dar fuoco alla plastica dismessa delle serre. Si tratta delle cosiddette "fumarole". Anche quest´anno la polizia provinciale usa il pugno di ferro: sette imprenditori agricoli sono stati denunciati per l’ipotesi di reato di illecito smaltimento di rifiuti speciali ed immissione molesta di fumi in atmosfera. Sono stati sopresi proprio dalla polizia provinciale a bruciare rifiuti vegetali dismessi delle serre.

E´ accaduto durante l´attività di controllo avviata dalla Polizia Provinciale tra i Comuni di Vittoria, in contrada Zafaglione, Acate contrada Canalotti, Macconi-Dirillo, S. Croce Camerina contrada Menta e contrada Bosco Braccetto e Scicli in C.da Spinello. L’attività di controllo, predisposta dal comandante provinciale della Polizia Provinciale Raffaele Falconieri su direttiva del commissario straordinario Giovanni Scarso, è stata rivolta soprattutto al settore provinciale di sud-ovest ,dove il fenomeno, secondo i dati delle forse dell´ordine, è particolarmente diffuso.

Nel corso delle verifiche compiute dal Nucleo Ambientale della Polizia Provinciale sono state sottoposte a controllo preventivo alcune attività di serricoltori che avevano già provveduto ad accatastare rifiuti di plastica, di polistirolo e tubi di irrigazione all’interno dei siti produttivi. «I controlli saranno ulteriormente intensificati nei prossimi giorni – dice il commissario straordinario Giovanni Scarso - ed interesseranno tutto il territorio provinciale con particolare riferimento all’intera fascia costiera.


a Bugiardi!
29/06/2012 | 17.19.52
Dillo

Le fumarole ci sono da mesi, viviamo in una zona dove è frequente questo fenomeno e le forze di polizia lo sanno così come lo sanno i nostri amministratori, per così dire, pensarci ora è ridicolo, le campagne qui si chiudono anche prima e quindi vi è la necessità di bruciare materiale di scarto della produzione. Ma tanto per non fare la solita critica fine a se stessa, propongo la seguente domanda: ma il comandante di polizia che ogni anno si fa le foto sui giornali e l´anno dopo siamo punto e a capo, ha mai pensato di istituire un numero per segnalare queste illegalità?