Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 731
RAGUSA - 06/06/2012
Cronache - Erano sbarcati in 61 sabato notte a Pozzallo e poi trasferiti a Portopalo

Potente colla sui polpastrelli, 27 eritrei denunciati

Impedito alle Forze dell’ordine di procedere alla identificazione nonostante l’uso di spray e solventi

Hanno utilizzato una colla molto potente sui polpastrelli per impedire alle forze dell´ordine di prelevare le loro impronte digitali. L’hanno spalmata con cura impedendo così i controlli di rito. Protagonisti sono stati ventisette dei sessantuno eritrei che sabato scorso, durante un tentativo di sbarco, sono stati soccorsi a un paio di miglia al largo delle coste siciliane da un´unità navale della Guardia di Finanza.

Gli immigrati sono stati sbarcati a Pozzallo ma il giorno dopo, in mancanza di strutture che potessero ospitarli provvisoriamente, sono stati trasferiti a Portopalo per essere sottoposti alle procedure di identificazione e ascoltati in ordine al viaggio che avevano affrontato per arrivare in Sicilia.

I poliziotti si sono accorti che un buon numero di immigrati aveva qualcosa sui polpastrelli che impediva di rilevare le impronte digitali. I motivi per cui lo hanno fatto sono due: impedire ai poliziotti di schedarli oppure evitare di essere identificati attraverso la banca dati che raccoglie le impronte di tutti gli immigrati giunti in Italia da clandestini.

I ventisette immigrati sono stati denunciati a piede libero per le alterazioni finalizzate ad impedire l´identificazione. A nulla è valso anche l´utilizzo di uno spray apposito che serve proprio per rimuovere i solventi chimici dalle dita.

A questo punto gli agenti hanno optato per un controllo esteso nella sala dove erano alloggiati gli stranieri. In poco tempo sono saltati fuori vari tubetti di colla occultati tra gli indumenti appartenenti ad un migrante. Il materiale è stato sequestrato.