Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 601
RAGUSA - 19/05/2012
Cronache - Consegnata la salma alla famiglia dopo l’autopsia. I funerali lunedì alle 15.30 alla Sacra Famiglia

Morte Emanuele: malore o distrazione? La plafoniera non è caduta sul giovane

Il giovane 23enne stava ritornando nella sua casa di via Archimede dopo avere comprato il pane
Foto CorrierediRagusa.it

E´ durata tre ore l´autopsia disposta dal magistrato sul cadavere di Emanuele Speranza (nella foto). Vincenzo Cilia, medico legale incaricato dell´esame, farà conoscere i risultati entro 60 giorni. Emanuele Speranza è morto per il forte trauma cranico e per una frattura all´omero, causato dall´impatto contro il palo della luce in via Archimede all´altezza del numero 360.

I vigili urbani hanno accertato che la plafoniera del palo non è caduta aaddosso al giovane in conseguenza dell´urto ma poco più in là, il che farebbe dunque escludere l´ipotesi che sia stata la caduta del pesante corpo illuminante a determinare, o comunque essere una concausa, del decesso di Emanuele. L´inchiesta aperta dal Pm Monica Monego dovrà tuttavia chiarire tutte le circostanze anche grazie ai filmati delle telecamere di vari negozi che si trovano nella zona.

La salma del giovane è stata restituita ieri alla famiglia che ha disposto i funerali. Questi si terranno lunedì alle 15.30 neella chiesa della Sacra Famiglia.

Avviata l´indagine sull´incidente

Gli inquirenti stanno cercando di capire nel dettaglio le circostante della morte di Emanuele Speranza, 23 anni, originario di Comiso, residente in città con la famiglia, due fratelli, morto la sera di giovedì in via Archimede all’altezza del civico 306.

Il magistrato, Moniga Monego, cui è stato affidato il caso, ha nominato l’ingegnere Roberto Piccitto per stabilire soprattutto la causa ed effetto tra l’impatto con il palo della pubblica illuminazione e la caduta della plafoniera. La dinamica dell’incidente autonomo sembra ormai chiarita in masisma parte: Emanuele Speranza percorreva l’arteria verso le 22 e si dirigeva verso il centro quando è andato a sbattere contro un palo della pubblica illuminazione. La polizia municipale ha acquisito in proposito i filmati delle telecamere di una agenzia bancaria e di una gioielleria della zona per capire bene le modalità del sinistro.

Il fatto che vicino al corpo del giovane sia stato trovato il corpo illuminate sorretto dal palo ha fatto infatti che la caduta sia stata determinante nella morte del giovane. La circostanza tuttavia è tutta da accertare ed al momento l’ipotesi più probabile è che il motorino Derby Atlantis sul quale viaggiava il giovane apprendista fruttivendolo sia andato a sbattere contro il palo determinando la caduta della pesante plafoniera. Sul palo sono stati trovati infatti i segni dell’impatto ed anche se il giovane indossava il casco l’urto è risultato fatale.

La magistratura ha sequestrato il palo ed il ciclomotore per ulteriori accertamenti. Il cadavere del giovane si trova presso la camera mortuaria del maggiore a Modica. Il medico legale Vincenzo Cilia effettuerà l’autopsia ed il cadavere del giovane sarà poi restituito alla famiglia.

Emanuele Speranza si era diplomato al Liceo Scientifico e lavorava presso una rivendita di ortofrutta in via Cagini a due passi dai salesiani. Emanuele era impegnato nello sport e nelle cellule di Evangelizzazione.

L´incidente
Tragedia nella tarda serata di ieri a Ragusa. Emanuele Speranza, 23 anni, è morto a seguito di un incidente stradale autonomo. Per lo sfortunato giovane non c´è stato nulla da fare perché è deceduto subito dopo il trasporto al Pronto soccorso, nonostante il disperato tentativo dei medici dell´ ospedale Civile, che si sono prodigati per salvargli la vita.

Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli agenti della Polizia locale intervenuti sul posto, Emanuele Speranza percorreva la via Archimede a bordo del suo ciclomotore Derby. Per cause ancora in via di accertamento il giovane ha perso il controllo del mezzo ed è andato a sbattere contro un palo della luce. Il palo si e ripiegato su se stesso per il forte urto ed Emanuele Speranza ha riportato il trauma cranico che gli è risultato fatale.

La tragedia si è verificata quasi all´angolo tra via Archimede e viale dei Platani, nei pressi della agenzia Unicredit, non distante dall´abitazione della famiglia con la quale Emanuele risiedeva. E´ stato accertato che Emanuele indossava il casco protettivo. Un particolare non secondario dell´incidenre è il fatto che sul selciato gli agenti hanno trovato la plafoniera del palo della pubblica illuminazione. Tuto da verificare se sia stata la plafoniera in caduta a determinare il grave trauma o se l´impatto con il palo abbia causato il cedimento del corpo illuninante.

Emanuele Speranza lavorava presso la rivendita di frutta e verdura vicino all´Istituto Salesiani in corso Italia. La salma è stata trasportata presso la camera mortuaria dell´ospedale "Maggiore" di Modica, a disposizione del magistrato per un eventuale esame autoptico.


ricordo di Emanuele
20/05/2012 | 21.16.27
Lina

caro emanuele sono una cliente del negozio dove tu lavoravi la notizia della tua morte mi ha sconvolto sono mamma anch,io non dimenticherò mai il tuo bel sorriso.r


povero ragazzo.
20/05/2012 | 0.22.21
laura

il fatto è che che questo giovane,non avrà più futuro. non vivrà la sua vita come sarebbe ovvio. non avrà i suoi sogni a fargli compagnia.....sono vicina alla sua famiglia.


Io dico
18/05/2012 | 12.57.38
Salvo

che il fato alcune volte ti procura cose piacevoli ma altre volte(forse le più) ti procura cose terribili fino al punto maledetto di toglierti la vita : FATO VIGLIACCO