Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1129
RAGUSA - 10/05/2012
Cronache - Il venditore ambulante immigrato è stato denunciato

Adidas, Hogan e Lacoste contraffatte tra le bancarelle del mercato

La scoperta di Carabinieri e Polizia locale nell’area mercatale di contrada Selvaggio, ove si svolge il tradizionale e affollato «mercato del mercoledì» Foto Corrierediragusa.it

Una denuncia per merce contraffatta. Nel quadro di una serie di iniziative predisposte dal Comando Provinciale Carabinieri e dal Comando di Polizia Municipale, finalizzate al contrasto dell’attività di vendita abusiva di merci contraffatte, ieri mattina personale della squadra di Polizia annonaria del Comando di Polizia Municipale e Militari della Stazione Carabinieri di Ragusa Principale hanno accertato che nell’area mercatale di contrada Selvaggio, ove si svolge il tradizionale e affollato «mercato del mercoledì», un maghrebino di 31 anni, residente ad Acate, di nazionalità marocchina, vendeva delle merci (borse, scarpe, camicie, pantaloni, occhiali da sole), senza possedere alcuna autorizzazione amministrativa.

Inoltre gran parte delle merci recavano marchi (Adidas, Hogan, Moncler, Ralph Lauren, Lacoste) palesemente contraffatti, in violazione della legge penale. L’operazione è stata predisposta all’inizio della mattinata con personale in abiti civili che dopo aver effettuato, in incognito, un’attenta ricognizione dei luoghi, ha focalizzato il proprio intervento su una bancarella dove, come detto, era esposta per la vendita merce i cui marchi erano contraffatti. L’immigrato, con precedenti penali specifici, è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa per i reati di contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi di opere dell’ingegno o di prodotti industriali e per inottemperanza, senza giustificato motivo, all’ordine di esibizione del passaporto o di altro documento di identificazione e del permesso di soggiorno o di altro documento attestante la regolare presenza nel territorio dello Stato.

La merce, per un valore complessivo di circa 2mila euro, è stata sottoposta a sequestro. Nel corso della medesima operazione sono stati sequestrati allo stesso venditore 84 cdmusicali e dvd sprovvisti del marchio Siae e venduti illegalmente.