Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1313
RAGUSA - 15/03/2012
Cronache - I controlli della Guardia di finanza evidenziano un’autentica piaga

Indicazione prezzi, il 90% dei commercianti è fuorilegge

In particolare, sono state appurate sette violazioni

Il 90% dei commercianti ragusani, tra questi, anche quelli che operano nei due centri commerciali della città, non adempiono, secondo le Fiamme gialle della Compagnia del capoluogo, alla prescrizione di esporre in vetrina, insieme ai prodotti in vendita, il relativo prezzo.

È quanto ha appurato la Guardia di finanza che ha operato nei giorni scorsi controlli mirati in vari esercizi commerciali della città (nella foto), sia nel rione storico, sia in periferia, che nei centri commerciali. Dai controlli effettuati, infatti, è emerso che il 90 per cento dei commercianti controllati non aveva ottemperato a quella che le Fiamme gialle ritengono una regola basilare, ossia l´esposizione in vetrina del prezzo delle merci.

In particolare, sono state appurate sette violazioni. A carico degli operatori sono state perciò elevate altrettante sanzioni amministrative, da un minimo di 516 euro a 2582 euro: una somma non indifferente se si pensa che il rispetto della legge impone semplicemente l´esposizione del cartellino con l´indicazione chiara e leggibile del prezzo di vendita al pubblico,

L´obbligo di esposizione dei prezzi di vendita, d´altro canto, costituisce una regola fondamentale a tutela dei consumatori, in quanto garantisce la trasparente valutazione del prodotto e rende possibile la comparazione dei prezzi e dei prodotti similari. Un´esigenza ormai particolarmente avvertita dalla clientela.

Al fine di arginare le violazioni, la Guardia di finanza ha rafforzato il dispositivo dei controlli, sì da "esortare" gli esercenti inottemperanti a tale pur semplice obbligo, al rispetto della prescrizione. I controlli, pertanto, saranno reiterati anche nei prossimi giorni, a salvaguardia dei commercianti ossequiosi delle leggi e, soprattutto, a tutela dei consumatori.