Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 725
RAGUSA - 10/03/2012
Cronache - ALLARME MALTEMPO 3: le raccomandazioni del dipartimento di Protezione civile

Ragusa: crolla muro ditta Ancione, provinciale 25 chiusa

Non c’è pace per la Sicilia, nuovamente interessata da una intensa ondata di maltempo causata da un profondo vortice di bassa pressione afro mediterraneo. I sindaci di Ragusa, Comiso, Vittoria, Modica, Santa Croce e Scicli hanno emesso ordinanze di chiusura di tutte le scuole
Foto CorrierediRagusa.it

Crolla parte del muro della ditta Ancione in via Achille Grandi a Ragusa. Nessun danno alle persone ma è stata disposta la chiusura nei due sensi di marcia al traffico veicolare della Sp 25 nel tratta che va dalle Masserie in poi nelle due direzioni di marcia. Stanno lavorando i vigili del fuoco per mettere l´area in sicurezza. Crolli di muri, tetti di casa divelti e alberi sulle strade a Ragusa (foto) e nel resto dell´Ipparino.

Gli uomini della Protezione Civile Comunale e della Polizia Muncipale coordinati dai responsabili dei due uffici, rispettivamente geom. Giuseppe Licitra e Comandante Rosario Spata, sono all´opera dalla serata di ieri proseguendo l´attività per tutta la nottata e la mattina di oggi per far fronte alle diverse situazioni di emergenza verificatesi nel territOrio comunale a causa della perturbazione con venti forti e piogge intense.

A provocare maggiori danni è stato fino ad ora il vento che spirando con una violenza inaudita ha abbattuto numerosi tabelloni pubblicitari, sdradicato e spezzato alberi(Viale Europa, Contrada Pizzillo, strada stazione ferroviaria di Ibla), fatto crollare e messo in pericolo di stabilità alcuni pali della pubblica illuminazione.

In Via Achille Grandi inoltre si è verificato il crollo del muro di recinzione della ditta Ancione, come accennato, ed un muro perimetrale che fiancheggia la concessionaria Svar Renault. Per questo motivo si è reso indispensabile chiudere in embrambi sensi di marcia detta arteria. Chiusi inoltre per motivi di sicurezza i giardini pubblici. In particolare a Villa Margherita il forte vento ha buttato giù un albero secolare.

Stessa sorte è toccata anche ad un albero all´interno del giardino della scuola materna di Via Aldo Moro. Chiuso al transito per diverse ore anche un tratto di Viale Europa all´altezza dell´incrocio con via La Malfa per il pericolo di crollo dell´impianto semaforico che era stato disattivato dopo la realizzazione della rotatoria.

Al momento fortunatamente si sono registrati solamente danni a cose e non a persone. Tutte le operazioni ed interventi in corso sono seguiti con la massima attenzione dal Sindaco Nello Dipasquale costantemente informato e aggiornato sull´evolversi della situazione dal centro operativo comunale della
protezione civile e dal Comando della Polizia Muncipale.

Il primo cittadino che è in stretto contatto con la Prefettura di Ragusa per decidere ulteriori azioni utili a mettere in sicurezza le zone a rischio. ha inoltre chiesto stamane, con apposita nota, al Governo nazionale ed a quello regionale di riconoscere lo stato di calamità naturale per Ragusa e la Sicilia Orientale.

L´ARRIVO DEL MINI CICLONE
Un mini ciclone proveniente dal Canale di Sicilia potrebbe attraversare il Mediterraneo e investire anche la provincia di Ragusa nelle prossime ore. A questo proposito il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha reso noto che nelle prossime 24 ore anche il territorio provinciale sarà interessato da una violenta perturbazione con vento forte e piogge intense.

Il Centro comunale di protezione civile di Ragusa, in pieno raccordo con il Sindaco Nello Dipasquale, invita pertanto la popolazione ad osservare la massima prudenza negli spostamenti sia a piedi che in auto.

I comuni di Ragusa, Comiso, Modica e Santa Croce Camerina hanno pertanto deciso che le scuole resteranno chiuse. A Ragusa e Comiso cancelli chiusi anche nei rispettivi cimiteri comunali. Non è escluso che i sindaci dei comuni di Acate, Ispica, Monterosso Almo, Giarratana, Pozzallo e Monterosso Almo non dichiarino lo stato d´emergenza disponendo la chiusura delle scuole.

Anche il Comune di Vittoria è in stato di allerta. Nelle ultime ore il sindaco Giuseppe Nicosia ha emesso ordinanza di chiusura delle scuole per la giornata di sabato. La sede comunale è diventata il quartiere generale della Protezione civile dove il consulente Pippo Mascolino e il comandante della Polizia municipale Cosimo Costa hanno avviato un piano di emergenza straordinario come la situazione che si sta vivendo.

LE PREVISIONI METEO
DOMENICA 11: Venti ovunque moderati o forti freschi da nordest, forti venti da nord sulla Puglia, Calabria, sullo Ionio e da nordest sulla Sicilia, insiste una circolazione depressionaria a sud della Sicilia, venti forti su Calabria e Sicilia specie sui settori ionici, temporali sulla Sicilia, Calabria, piogge ancora su Lucania con tendenza a localizzazione delle piogge su Crotonese, nord Sicilia, est Sicilia, sud Sicilia e sud Calabria. Buono altrove al nord e Toscana, Lazio, ma con clima fresco, non più di 12/15°C di giorno. Addensamenti su confini altoatesini.

LUNEDI 12: Venti freschi forti da nordest al centrosud, forti sulla Puglia e Ionio, rare piogge sull´Abruzzo e nord Sicilia, addensamenti sulle Adriatiche verso i resto del centro, sulla Calabria e nord Sicilia anche intensi. Altrove sole e clima mite al nordovest sulla Valpadana tra Milano e Torino con 19°C

MARTEDI 13: Venti forti freschi da nord al sud, basso Adriatiche e sullo Ionio, clima fresco al sud e adriatiche, nubi al sud anche intense su Puglia, Lucania e Calabria specie crotonese, piovaschi sulla Calabria specie crotonese, nubi in aumento sulla Campania-Cilento. Nubi basse su coste liguri, locali foschie su Valpadana e coste della Toscana al mattino. Sole altrove, mite con 18°C al nordovest, 16°C-17°C ove soleggiato.

I CONSIGLI DI 3BMETEO.COM
«Non c´è pace per la Sicilia, nuovamente interessata da una intensa ondata di maltempo causata da un profondo vortice di bassa pressione afro mediterraneo.» Lo dice in una nota il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera che oltre alle piogge mette in guardia per i venti forti ed il mare in burrasca.

La Sicilia la regione più coinvolta. «Venerdì avremo i primi fenomeni di debole intensità, più probabili sui settori orientali e meridionali. Fenomeni in intensificazione dalla sera. Sabato sarà la giornata peggiore» dicono da 3bmeteo. Attorno al vortice in ulteriore approfondimento a ridosso delle coste Libiche si arcuerà la parte attiva della perturbazione che, aprendosi a ventaglio, raggiungerà la Sicilia, portando un sensibile peggioramento del tempo. Piogge e temporali anche di forte intensità, veri e propri nubifragi, colpiranno in particolare i versanti Ionici.»

Nello specifico le zone maggiormente esposte saranno siracusano, ragusano e catanese. Si attendono localmente accumuli anche superiori ai 100mm.

«Oltre alle piogge, la caratteristica rilevante sarà il vento molto forte» dice Nucera «tra Levante e Grecale con raffiche di 60/80km/h ma anche superiori ai 100/120 km/h in mare aperto. Per questo motivo i bacini risulteranno in burrasca con intense mareggiate sui tratti esposti.»

Il maltempo interesserà anche la Calabria specie la parte meridionale, tra Aspromonte, reggino e locride ma con fenomeni meno intensi rispetto alla Sicilia. Anche qui sarà il vento forte da Nord Est la caratteristica saliente ed il mare Ionio agitato.

Perché accade questo? L´aria fredda in entrata sul Nord Africa stuzzica la risalita di un flusso di aria più calda dal deserto. Il contrasto genera un vortice di bassa pressione sull´entroterra africano che riaffiorando sul Mediterraneo subisce una intensificazione. «Si tratta di una di quelle situazioni molto insidiose per Sicilia e Calabria con fenomeni abbondanti e venti a limite di tempesta. Continua poi questo trend particolarmente piovoso per la Sicilia dicono da 3bmeteo.» Mentre il Nord e l´alta Toscana sono alle prese con la siccità, l´Isola fa il pieno d´acqua. Molte località da inizio anno hanno un surplus pluviometrico superiore al 200/300%; sul messinese ionico, ad esempio, accumulati da gennaio sino a 600/700mm, quantitativi che varie località del Nord non hanno raggiunto in tutto il 2011.