Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1060
RAGUSA - 16/02/2012
Cronache - Avevano cercato di depositare il denaro all’ufficio postale di Marina

Versamento con soldi falsi, arrestati due tunisini

Le banconote erano di ottima fattura ma avevano tutte lo stesso codice alfanumerico

Hanno cercato di ricaricare la carta Poste ma i soldi versati erano falsi. Due braccianti agricoli tunisini residenti a S. Croce sono stati pertanto arrestati dai Carabinieri della stazione di Marina di Ragusa.

Tutto è cominciato quando Khadoum Alì, 35 anni, e Dergala Sadok, 42, si sono presentati all´ufficio postale di Marina per ricaricare la carta "Postepay". Al cassiere hanno consegnato 2.900 euro: 15 banconote da cento euro e 28 da cinquanta euro. Il denaro, però, non ha superato il vaglio del cassiere.

Tutte le banconote, infatti, sono risultate false, in quanto avevano il medesimo codice alfanumerico. Si tratta di una serie di lettere e numeri rilevabili sul fronte delle banconote. Il denaro consegnato allo sportello postale era di ottima fattura e senza questo "dettaglio" sarebbe facilmente passato inosservato.

A quel punto, la direzione dell´ufficio postale si è rivolta ai carabinieri, che hanno preso in consegna il denaro e i due immigrati. Sono state effettuate anche alcune perquisizioni domiciliari per cercare verificare la provenienza del denaro. Alla fine, i soldi sono stati posti sotto sequestro, mentre i due immigrati sono stati trasferiti nelle carceri di via Di Vittorio.