Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 570
RAGUSA - 12/02/2012
Cronache - Tragedia sfiorata in via Ottaviano

Crolla muro panoramica Ragusa Ibla. Evacuata casa sovrastante

E’ il secondo crollo che si verifica in pochi giorni a Ragusa dopo quello dell’edificio abbandonato di via Carlo Alberto dalla Chiesa, nei pressi del parcheggio di Carmine Putie
Foto CorrierediRagusa.it

Il muro a secco della strada della panoramica di Ragusa Ibla (foto) è venuto giù sabato pomeriggio. Il tratto interessato è alto oltre due metri, per una lunghezza di poco inferiore ai sei metri. La casa sovrastante, non interessata dal crollo del terrapieno sottostante, è stata comunque evacuata. Nessun danno a persone o cose. Il crollo si è verificato intorno alle 14 in via Ottaviano, nei pressi della chiesa della Bambina. Le pietre e i detriti del muro crollato hanno invaso il marciapiede e la sede stradale in un momento in cui, per fortuna, non passavano pedoni o veicoli.

Sono stati alcuni turisti, poco dopo il crollo, a lanciare l’allarme. Sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza la zona e controllato il muro e la casa sovrastante, che, nonostante l’evacuazione, dovrebbe essere comunque agibile. Non sono invece esclusi ulteriori crolli del muro, viste le piogge di questi giorni, causa principale di quanto accaduto. La zona interessata dal crollo è stata transennata e vietata al traffico veicolare nel tratto che va dalla chiesa di Ibla a largo San Paolo.

E’ il secondo crollo che si verifica in pochi giorni a Ragusa dopo quello dell’edificio abbandonato di via Carlo Alberto dalla Chiesa, nei pressi del parcheggio di Carmine Putie. Anche in quel caso non si sono registrati feriti perché il crollo si è verificato poco prima dell’alba.


che fortuna...
12/02/2012 | 20.02.12
giovanni

non ci sono stati feriti nemmeno questa volta: la fortuna assiste il nostro sindaco che, malgrado il centro storico gli crolli addosso, riesce sempre a trovare il modo di sperperare i soldi dove non sono necessari (via Roma, piazza San Giovanni e, a breve, piazza libertà).
I ragusani, dal canto loro, lo hanno recentemente riconfermato, perciò.... più fortunato di così, cosa volete?