Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 714
RAGUSA - 06/01/2012
Cronache - Provincia devastata dalle raffiche di maestrale, gran lavoro per i Vigili del fuoco

Maltempo: divelta tensostruttura del Circolo tennis

Sopralluogo del sindaco e dell’assessore allo sport. Disagi soprattuto sul versante modicano. Ponteggi pericolanti, tettoie divelte, cavi elettrici pericolanti. Per fortuna nessun danno a persone
Foto CorrierediRagusa.it

La bufera di vento della notte della Befana ha portato scompiglio in tutta la provincia. In particolare nella zona del modicano e nel capoluogo. Qui si è verificato il danno più grave in contrada Tabuna. La copertura di una delle due tensostrutture del Circolo del tennis (nella foto) è stata infatti divelta dall’effetto del vento. Si teme ora per la solidità e la tenuta della struttura tensostatica.

Il sindaco Nello Dipasquale insieme all´assessore allo sport Francesco Barone ed ai tecnici comunali si è recato nel pomeriggio di venerdì sul posto per prendere visione della situazione. E´ stata convocata una riunione operativa per lunedì per verificare la stabilità della struttura e stabilire il da farsi. Altri disagi gravi in contrada Fortugno sulla Ragusa mare. Qui una vasta zona è rimasta priva per parecchie ore dell’energia elettrica per i cavi ed i pali dell’elettricità che sono stati spazzati via dal vento. Per i Vigili del Fuoco sono state 24 ore di intenso lavoro. Hanno lavorato ben sei squadre per un totale di quaranta uomini. Una squadra è stata inviata dal comando provinciale a Modica per dare una mano al locale distaccamento.

Nelle campagne del modicano si sono verificati i disagi più diffusi. Per fortuna nessun danno a persone o abitazioni. Tegole, cartelloni pubblicitari, pali e cavi dell’elettricità e della telefonia, antenne, canne fumarie e soprattutto alberi sono stati investivi dalla furia del vento che ha soffiato impetuoso per tutta la notte per rallentare nella tarda mattinata. Alcuni alberi si sono riversati sulla Modica mare e sulla Sampieri Modica; anche in territorio di Frigintini alcuni alberi sono finiti sulla carreggiata in contrada Passo Gatta.

In città le zone più colpite sono quelle del Polo commerciale ed il quartiere residenziale di Quartarella. Il vento ha provocato disagi anche lungo la fascia costiera soprattutto alla copertura delle serre ma molti impianti hanno resistito. Nel comprensorio di Vittoria è stato rimosso un palo della luce letteralmente tranciato in due.

In continuo contatto radio con la sala operativa le squadre dei vigili si spostano nel territorio provinciale, per far fronte alle richieste di soccorso, che giungono al 115. Il lavoro dei Vigili del fuoco ha fatto sì che la situazione sia rientrata gradatamente nella normalità già nel tardo pomeriggio grazie anche all’attenuarsi dell’intensità del vento ed al miglioramento delle condizioni meteo.