Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 573
RAGUSA - 05/01/2012
Cronache - Il 16enne ciclista di origini vittoriesiha perso il controllo della bici ed ha invaso la corsia opposta

Giovanni Tumino ancora sotto osservazione al "Gemelli"

Il giovane è stato trasportato da Viterbo al nosocomio romano in eliambulanza, i medici sono fiduciosi

Dovrebbe cavarsela nonostante un brutto trauma cranico Giovani Tumino, vittoriese, 16 anni, della Libertas Ibla investito da un Suv in provincia di Viterbo. Giovanni Tumino, promessa del ciclismo nazionale, 16 anni, si stava allenando sulla statale Teverina in provincia di Viterbo per il tradizionale collegiale di inizio anno con il suo allenatore Davide Santarelli.

Per cause non ancora precisate il giovane ha perso il controllo della sua bici da corsa ed è finito per le terre nella corsia opposta. Il caso malaugurato ha voluto che in quel momento sopraggiungesse un Suv, che nonostante abbia cercato di evitare l’impatto ha preso in pieno il giovane ciclista ragusano.

Giovanni Tumino è stato subito trasportato al pronto soccorso e poi trasferito in eliambulanza al Policlinico Gemelli dove si trova tuttora ricoverato. I medici si sono riservata la prognosi ma nonostante le fratture multiple ed il trauma cranico c’è una certa fiducia.

I suoi genitori, Francesco (a Ragusa ha un´azienda di giardinaggio) e Patrizia, lo hanno subito raggiunto a Roma e aspettano con trepidazione e speranza di avere notizie dai sanitari affinché Giovanni possa riprendersi al più presto. Il suo allenatore Giampiero Pitino, che lo segue da tre anni, è disperato: «Dobbiamo sperare in un miracolo, io sono devoto di padre Pio e spero che il Santo di Pietrelcina ascolti le mie preghiere. Giovanni è un ragazzo d´oro e un ciclista di grande avvenire. Proprio il mio collega Davide Santarelli che lo stava seguendo in questi giorni mi ha detto che i suoi tempi erano impressionanti».

Giovanni Tumino è uno juniores di primo anno e lo scorso luglio aveva vinto a Noto per distacco la terza edizione del "Memorial Salvatore Rametta".