Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 296
RAGUSA - 25/12/2011
Cronache - La denuncia del presidente del parco commerciale "isole Iblee", Giovanni Corallo

Zona industriale razziata dai ladri, colpi da 400mila euro

L’ultimo colpo ha visto una decina di malviventi agire nel cuore della notte senza essere "disturbati"

Furti e danni a ripetizione. Non ne possono più i titolari delle aziende insediate nella zona industriale di Ragusa. Nell’ultima settimana sono stati registrati colpi da centinaia di migliaia di euro che sono quantizzati in almeno 400 mila euro.

Il presidente del parco commerciale «Isole iblee», Giovanni Corallo, ha lanciato l’allarme a nome di tutti gli associati: «Quello cui stiamo continuando ad assistere a ripetizione è uno stillicidio di furti, con gente ben organizzata e preparata, che riesce ad eludere qualsiasi tipo di sorveglianza. Lo testimonia anche l’ultimo caso». Corallo si riferisce all’azione di un vero e proprio commando, formato da almeno dieci persone e due mezzi che hanno perpetrato un furto da 100 mila euro. I malviventi hanno agito nel cuore della notte per almeno cinque ore senza che nessuno si sia accorto di nulla.

Dice ancora Giovanni Corallo: «Si parla da tanto tempo del sistema di telesorveglianza della zona industriale ma non è ancora entrato in funzione per tutta una serie di motivazioni che ci vengono spiegate ogni qualvolta torniamo a parlare dell’argomento. Motivazioni magari fondate che però non risolvono il problema primario, quello dell’attivazione del sistema. La zona industriale, di notte, si trasforma in un deserto. In cui i ladri possono agire senza problemi di sorta. Abbiamo chiesto alle forze dell’ordine di perlustrare il sito con attenzione. Così non possiamo andare avanti».